Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Torcicollo, addio!

Ma voi come fate

I vostri consigli
 
Aria condizionata, finestrino dell’auto abbassato, sbalzi di temperatura: i colpi d’aria sono in agguato in questo periodo dell’anno. Voi come fate a difendervi dal torcicollo?
 
Il consiglio è dei più banali: proteggersi con un foulard. Ma se è troppo tardi? Indossare un foulard di seta o cotone  preriscaldato è l’ideale. Altrimenti si possono realizzare dei sacchetti pieni di noccioli di ciliegia o di riso da scaldare nel microonde e da applicare sul collo. Il caldo, infatti, allevia la tensione muscolare fungendo da decontratturante. Se si tratta di un torcicollo banale è possibile trovare sollievo anche con una doccia calda, concentrando il getto dell’acqua sulla zona interessata per qualche minuto, come spiega Bruno Bernardini, responsabile dell’unità operativa di riabilitazione neuromotoria all’Istituto clinico Humanitas di Rozzano (Milano).
 
Ma il calore non basta: muovere il collo, a detta degli esperti, è il modo migliore per sistemare velocemente un torcicollo. E pensare che io cerco di restare più ferma possibile quando sono dolorante… “Il movimento  - continua  Bernardini - fa bene perché decontrae lo sternocleidomastoideo, il muscolo che corre quasi in verticale ai lati del collo, e il trapezio, che unisce la nuca alle spalle. Gli esercizi devono essere mirati e vanno ripetuti un paio di volte al giorno per una decina di minuti.
 
Si inizia con la rotazione della nuca a destra e a sinistra, lentamente e in profondità. Poi si procede con le flessioni della testa che consistono nel portare l’orecchio destro verso la spalla destra e viceversa, allungando il più possibile la muscolatura. Infine c’è quella che viene chiamata “estensione”: portare il mento verso l’esterno mantenendo il collo dritto e restando in posizione per alcuni secondi, in modo da stendere le vertebre.
 
Io, per prevenire qualsiasi tipo di dolore, mi sono munita di un cuscino anatomico, che sorregge per bene il collo nei punti critici. E anche un materasso di qualità, che permette di dormire lasciando testa e colonna vertebrale ben allineati, può essere di aiuto.
Infine c’è chi predilige i rimedi naturali. Fra le pomate erboristiche le più consigliate sono quelle a base di aloe vera, arnica o il balsamo di tigre.

Hai dimenticato la password?