Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Paura di volare? Ecco dove devi sederti

Blogger
di Emma Gipi

Giornalista, mamma, in perenne lotta con..

Gli incidenti aerei sono nettamente inferiori a quelli che avvengono sulle strade, ma mentre si sale la scaletta che ci porterà fra le nuvole spesso questa statistica non basta a calmarci. Così per mettere a tacere tutte quelle ansie che colgono molti prima di prendere il volo ecco qualche consiglio sul posto più adatto dove sedersi per soffrire meno il mal d’aereo.
 
Come spiega la psicologa Laura Del Fabro, docente ai corsi "Volare rilassati" organizzati in collaborazione con l'agenzia Texter-Millot di Monaco di Baviera e Air Dolomiti, scegliere una zona dell’aereo in cui trascorrere il viaggio piuttosto che un’altra può aiutare. Tutto dipende dal tipo di disturbo di cui soffriamo: chi soffre di claustrofobia e di vertigini è meglio che si tenga lontano dai finestrini e vicino al corridoio e possibilmente nella prima parte dell’aereo, in questo modo si avrà una percezione dello spazio diversa e ci si sentirà in un ambiente più ampio.
Al contrario, coloro che vogliono avere in mano la situazione (nonostante non siano piloti) è meglio che si sistemino vicino al finestrino: guardare fuori, controllare le parti dell’aereo visibili da quella postazione e osservare cosa succede intorno dà l’illusione di avere il controllo della situazione, come se fossimo il co-pilota.
 
In linea generale possiamo dire che molti credono che i posti peggiori siano quelli vicini alle ali del velivolo. Niente di più sbagliato: la prima metà dell’aereo e i posti centrali, dunque in corrispondenza delle ali, sono quelli dove si soffrono meno gli sbalzi dovuti alle turbolenze (che sono invece amplificate in coda all’aereo). Per affrontare serenamente una turbolenza si può dire che non ci si deve irrigidire cercando di mantenere stabilità, ma al contrario bisogna “cavalcare” gli sbalzi. Inoltre l’esperta assicura: “È del tutto normale che in volo ci siano delle turbolenze, d'altronde siamo in aria! Ad ogni modo i piloti, per mantenere la calma e la comodità dei passeggeri, cercano di evitarle, anche con l´aiuto del radar meteorologico di bordo”.

Hai dimenticato la password?