Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Buon compleanno Roald Dahl!

Blogger
di Emma Gipi

Giornalista, mamma, in perenne lotta con..

Cento anni in mostra
 
Il 13 settembre 1916 nasceva Roald Dahl, lo scrittore per ragazzi, mancato poi nel 1990, che ha fatto sognare e ancora continua a farlo tutte le generazioni. Non è un caso che alcuni dei suoi scritti siano diventati film: l’ultimo è il Grande Gigante Gentile, il GGG, oggi al cinema, ma tutti ricorderanno il mitico Willy Wonka della Fabbrica di cioccolato. Da settembre è un tam tam di eventi e appuntamenti per tutti: spettacoli, letture, laboratori nelle scuole di tutta Italia. Dahl merita più di un omaggio!
 
Non c’è solo la scuola però a pensare a lui, anche perché Dahl riletto a 20, 30, 40, 50, 60, 70, 80, 90! anni continua a far sorridere e pensare, insomma è una lettura per tutte le età. Non a caso, anche se sono meno conosciuti, nella sua bibliografia si trovano parecchi racconti per adulti. Sapevate per esempio che il racconto “La scommessa” è diventato uno degli episodi del film “Four rooms” di Tarantino? Ecco dunque perché si sono aperte mostre tutte per i suoi fan, ed è ancora possibile visitarle in questa fine inverno.
 
In particolare ve ne segnaliamo due, la prima è italiana e sembra fatta apposta per i “ritardatari”- Si chiama “100 di questi Dahl! Streghe, giganti, zie malvagie e altre adorabili perfidie“, è aperta fino al 17 aprile 2017 al Palazzo dei Pio a Carpi (Modena). La mostra è divisa in otto stanze che ripercorrono i temi cari a Dahl: Lo spaventa bambini, Malvagi dappertutto, Minuscoli maiuscoli, Amici grandi… grandi, Viaggi dell’altro mondo, Intrugli e magie in punta di dita, La delizia del disgusto, La lettura a testa in giù.
 
Il secondo consiglio è quello di fare un viaggio nel Paese in cui Dahl ha vissuto. Nato in Galles, per oltre 30 anni però Dahl ha abitato vicino a Londra, nel Buckinghamshire (a 20 miglia di distanza dalla città). Qui si trova il museo a lui dedicato più famoso e interessante: si chiama Roald Dahl Museum e curiosando tra le sue sale è possibile immergersi nelle opere di Dahl, grazie alle meravigliose scenografie. Che aspettate? Prenotate un biglietto!

Hai dimenticato la password?