Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Epilazione indiana

Stasera mi butto

Con un semplice filo di cotone arrotolato, le abili estetiste indiane depilano senza lasciare traccia né dolore. Ho provato per la prima volta questo trattamento e vi racconto come è andata.
 
A scuola è arrivata una nuova mamma: viene da Delhi ed è una abile estetista. Non ho potuto resistere e le ho chiesto se mi faceva provare una tecnica di cui tanto avevo sentito parlare e che mi incuriosiva: si chiama threading, ed è l'epilazione con un filo. Io ho voluto provare con le sopracciglia, perché Neera, la mia estetista, mi ha confermato che la tecnica non è invasiva, non fa male, e rende molto meglio dell'uso della pinzetta. Oltre a essere molto più rapido.
 
Una volta tranquillizzata, l'estetista mi ha fatto accomodare sulla poltrona. È stato a quel punto che l'ho vista comparire con “i ferri del mestiere”, ovvero un lungo filo di cotone bianco che lei ha abilmente intrecciato tra le sue mani. Le ho chiesto qualche dettaglio: è un normale filo di cotone, lungo circa 30 centimetri, che lei ha legato fin a creare un cerchio chiuso, da tenere saldamente nelle due mani facendo diversi giri sul palmo per impugnarlo perfettamente, un po' come accade quando usiamo il filo interdentale.
 
A quel punto, dopo aver deciso insieme che forma volevo dare alle sopracciglia, ha iniziato ad agire. È durato tutto pochi minuti perché intrecciando il filo sopra ai peli superflui, con la tecnica del threading si possono anche eliminare più peli insieme, al contrario di quanto accade con la pinzetta. Lo strappo è lieve, veloce, abbastanza indolore e l'uso del cotone permette di avere maggiore sensibilità. Si può decidere di far disegnare prima la forma che vogliamo dare alle sopracciglia con una matita, per verificare insieme il risultato, oppure fare a occhio fidandoci di chi ci fa il trattamento.
 
Ma da dove arriva questa usanza? Oggi, oltre a essere arrivata in Italia, è diffusissima anche negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove si trova in molte profumerie e grandi magazzini l'angolo del threading, ma le origini sono tutte indiane e vantano addirittura seimila anni di storia qui le donne lo praticano le une alle altre, anche per eventuali baffetti, e molte sono in grado di farlo da sole davanti allo specchio. La pratica è altrettanto diffusa nei Paesi arabi e asiatici così come in Egitto. In particolare in Iran viene usata per preparare la sposa alle nozze, e in generale la prima seduta di “threading” è collegata al diventare adulte delle donne.

Hai dimenticato la password?