Non fai ancora
parte della community
Registrati >

La danza del ventre

Stasera mi butto

Ma chi è negato per il ballo riuscirà a combinare qualcosa? E se non si è proprio filiformi, va bene ugualmente? Con queste premesse sono finita a sostenere la mia prima lezione.
 
Musica, campanellini e buon umore. Son stata accolta così nella piccola palestra dove si teneva la lezione. Che più che di danza, è stata una lezione di storia dell’antica danza orientale. L’insegnanate è stata perentoria: praticare danza del ventre non è come fare un corso di zumba o una nuotata in piscina, dietro alla Raks Sharki (il nome in lingua originale) c’è molto di più dell’attività fisica. Così ha iniziato raccontando come questa disciplina sia nata nell’antichità in onore della Madre Terra e della fertilità della donna: secondo la più antica tradizione, le donne del villaggio ballavano in cerchio intorno ad una partoriente, per partecipare simbolicamente alla nuova nascita. Insomma, l’idea di danza del ventre come strumento di seduzione è una trovata moderna: in origine la Belly Dance (il termine inglese per definirla) era una danza delle donne, per le donne. E di maschietti non vi era neppure l’ombra.
 
Veniamo alla parte pratica. Movimenti lenti e sinuosi che coinvolgono fianchi, ventre, spalle e braccia, tutto rigorosamente a piedi nudi e con un prezioso foulard legato in vita che ad ogni movimento restituisce un grazioso tintinnio (e fa sembrare meno impacciate anche le più negate). Ma davvero io dovrei fare quella roba con la pancia? Il mio sguardo deve essere stato piuttosto eloquente: in un batter d’occhio l’insegnante ha fatto disporre me e altre sei malcapitate di fronte allo specchio della palestra per mostrarci la postura da tenere e i movimenti di base. Un fianco di qua, una mano di là, una spalla verso l’alto e il gioco è fatto! O, almeno, il gioco mi è sembrato meno impossibile del previsto.
 
Ad attirarmi sono stati i molteplici benefici che si attribuiscono alla danza del ventre: fa bene alla mente, perché si appoggia ad una musica calma ma vitale, che rilassa, ma soprattutto fa molto bene al corpo. Migliora la postura, che deve essere ben retta, scioglie i muscoli e allevia i dolori alla schiena. Migliora anche la circolazione sanguigna e l’attività intestinale. Se faccia perdere peso non lo so, ma se calma lo stress e fa divertire, che volete di più?

Hai dimenticato la password?