Ridurre i rifiuti per una casa ecologica

casa ecologica

Ridurre la quantità di rifiuti prodotti in casa è un ottimo punto di partenza per garantire al pianeta un futuro migliore. Adottare uno stile di vita che rispetti l’equilibrio dell’ecosistema significa dunque anche ripensare l’organizzazione casalinga: presta attenzione attenzione agli imballaggi, ai prodotti usa e getta, alle bottiglie di acqua; organizzati per accogliere prodotti sfusi, usa borse per la spesa riutilizzabili, e altro ancora.

 

Autoproduzione e riuso - Prova a valutare se ti è possibile produrre qualcosa in autonomia. Non bisogna diventare agricoltori o cuochi: per aiutare l’ambiente è sufficiente che ognuno di noi faccia anche un solo gesto ecologico in più. Potresti, per esempio, coltivare le erbette aromatiche (richiedono pochissimo spazio); oppure potresti sfornare dei biscotti una volta al mese; potresti anche organizzare una volta ogni tanto un mercatino casalingo per scambiare con gli amici abiti usati o giocattoli per i bimbi. Questi piccoli eventi sono una scusa per stare insieme e per dare una seconda vita a oggetti non più usati ma ancora potenzialmente utili.

 

Prodotti sfusi - Gli imballaggi sono fonte di inquinamento. A volte le monoporzioni aiutano a non creare avanzi di cibo che spesso finiscono nel pattume, ma altre volte sono ridondanti. Scegli di acquistare prodotti che riducono la quantità di plastica per imballaggio e, se puoi, scegli confezioni grandi. Quest’ultima raccomandazione è per chi vive in famiglie numerose dove gli avanzi alimentari sono improbabili. Un capitolo importante è costituito da detersivi e alimenti sfusi (come legumi secchi): puoi riempire il tuo contenitore di detersivo alla spina avviando un circolo virtuoso di riuso della plastica. Menzione d’onore a parte va alla saponetta: dura almeno il doppio di un normale dispenser di sapone liquido e genera meno spreco di prodotto.

 

Contenitori di vetro - La dispensa ecologica è fatta di contenitori di vetro e non di plastica o di alluminio. Il vetro è igienico, bello e riutilizzabile all’infinito. Puoi conservarci tutto: sia gli avanzi delle pietanze che la spesa. Pasta, frutta secca, farine, legumi e biscotti sono solo alcuni degli alimenti che puoi riporre in sicurezza e ordine in contenitori di vetro.

 

Acqua - Se non ti piace l’acqua del rubinetto, oggi esistono delle alternative alla bottiglia di plastica: puoi acquistare l’acqua imbottigliata in contenitori di origine vegetale totalmente biodegradabili, oppure l’acqua nel vetro. Ricorda però che anche il trasporto e lo smaltimento sono fonte di inquinamento e che quindi la scelta migliore sarebbe quella di bere l’acqua di casa, potabile e sicura. Se non sei certo della sicurezza della tua acqua, puoi ricorrere all’apposito servizio di analisi che in pochi giorni restituisce una dettagliata fotografia delle qualità e dei difetti dell’acqua del rubinetto. Basta una breve ricerca su internet per individuare il centro di analisi più vicino alla tua abitazione.

Crediti
Letizia Palmisano