Il curalavastoviglie: quando usarlo e perché (Svelto curalavastoviglie)

curalavastoviglie

La lavastoviglie svolge per noi un lavoro importante e il minimo che possiamo fare per lei è prendercene cura. La sua pulizia periodica, infatti, permette di ripristinare un’igiene profonda e di allungarle la vita. Infine, rallenta la frequenza delle pulizie manuali del filtro.

 

Il prodotto giusto

La pulizia profonda del nostro elettrodomestico è, fortunatamente, diventata sempre più facile (e, soprattutto, pratica) grazie anche ai prodotti appositamente studiati per questo. Prima di scegliere il prodotto giusto è però importante informarsi sulle sue proprietà e sulla qualità. Come agisce? Perché protegge la lavastoviglie? La sua azione si concentra su calcare, residui di cibo e accumuli di detergente.

 

Che cosa fa il cura lavastoviglie?

Prima di tutto difende la lavastoviglie dal calcare rimuovendolo in profondità dai tubi e dai filtri, ma anche dai bracci irroratori. Il calcare, si sa, crea delle incrostazioni che mettono a dura prova il funzionamento dell’elettrodomestico. Ma il prodotto non si occupa solo di calcare, rimuove anche qualsiasi residuo di cibo si sia annidato nella lavastoviglie, seppur invisibile all’occhio.

 

Il detersivo di troppo

Anche il detersivo, alla lunga, può generare qualche problema alla lavastoviglie. A volte, infatti, non è smaltito interamente dalla macchina ma si accumula creando residui pastosi e rendendo i lavaggi meno efficaci. Eliminare questi residui significa avere piatti e stoviglie sgrassati, splendenti e anche profumati: se la lavastoviglie è igienizzata a fondo, infatti, il profumo di pulito sarà l’unico odore che sentiremo ogni volta che la apriamo.