Piante e fiori per il balcone d’autunno

Flowers

Le piante e fiori rallegrano da sempre i balconi primaverili ed estivi ma l’arrivo di ottobre non deve scoraggiare perché esistono tante alternative che regalano fioriture tardive. Parliamo, per esempio, delle erbe aromatiche che possiamo piantare per colorare l’autunno e perfino l’inverno.

 

Erbe aromatiche e ornamentali

I cavoli ornamentali, con le loro variegate sfumature del verde e del viola, possono risultare molto affascinanti ma, soprattutto, originali. Sono facili da coltivare e resistono al freddo. Decorano meravigliosamente spazi aperti in un contesti non troppo sofisticati e sono perfetti se si vuol creare un’atmosfera romantica e sognante. Il peperoncino ornamentale non è da meno: cresce facilmente anche in piccoli vasi, ha bisogno di poche cure e dà un tocco di colore e brio al balcone. Fra le piante aromatiche che resistono ai primi freddi c’è, infine, il rosmarino, che tende anzi a restare verde per tutto l’inverno e che non mancherà mai di regalare un buon profumo al tuo balcone.

 

Papaveri e calendula

I papaveri si piantano proprio fra fine settembre e inizio ottobre. Hanno molto da offrire: il loro rosso è irresistibilmente allegro e non richiedono cure particolari. Richiedono poca acqua, circa 5 ore al giorno di sole e un terreno ben drenato (anche sabbioso o sassoso). La calendula, invece, con i suoi fiori che si colorano di un arancione vivo, si abbina perfettamente al rosso dei papaveri e anch’essa ha bisogno di poche cure. Questa pianta si può coltivare fra aprile e maggio se il clima è freddo, o fra settembre e ottobre se si vive in una zona dal clima non troppo rigido. La calendula, inoltre, si propaga da sola: di anno in anno, grazie ai semi che produce in modo spontaneo e autonomo, la ritroveremo sempre dove l’abbiamo piantata la prima volta.