Curare il terrazzo alle porte della primavera

fiori

Se hai un terrazzo, è ora il momento giusto per iniziare i lavori primaverili: scoprire i vasi, lasciar spuntare le prime piantine e mettere a dimora i bulbi a fioritura primaverile ed estiva come le azalee, i tulipani, i crochi e le primule.

 

Scoprire i vasi

Se hai dei vasi protetti dal freddo con gli appositi teli, questo è il mese giusto per rimuoverli, a patto che non siano previste gelate primaverili. Se invece hai uno scaffale adibito a piccola serra, sposta ora le tue piantine in una zona del tuo spazio all’aperto in cui possano rimanere per l’intera estate. Elimina eventuali erbe infestanti e spargi un po’ di concime sul terriccio. Marzo è il momento giusto anche per procedere con le potature ed eliminare i rami malandati e deboli di tutte le piante (tranne quelle a fioritura primaverile, per le quali invece occorre attendere che i fiori appassiscano). Una volta effettuata la potatura le piantine saranno più forti e pronte a nuova vita.

 

Mettere a dimora i bulbi

A marzo puoi piantare i bulbi a fioritura primaverile mentre quando il tepore di aprile sarà una realtà, puoi mettere a dimora quelli a fioritura estiva o autunnale. Se hai un piccolo orto puoi piantare il basilico, il pomodoro, il sedano, il peperone e tanti odori come l’origano, il rosmarino e la menta. Se invece vuoi concentrarti sui fiori, puoi scegliere fra i bellissimi crochi (che arrivano a misurare anche 20 cm di altezza), i tulipani (che offrono una grande varietà di colori), e le primule (che non vogliono il sole pieno, né le correnti d’aria). La natura però offre tantissimi altri splendidi fiori fra cui consigliamo le azalee poiché sono sia bellissime che resistenti: a loro basta un terreno ben drenato e un’annaffiatura regolare.

 

 

 

Crediti

Anna Zhilina su Pexels