La cucina diventa ecologica

La cucina ecologica

Per rendere la casa più ecosostenibile, partiamo dalla cucina. Elettrodomestici, continuo consumo di acqua, produzione dei rifiuti sono solo alcuni dei motivi per cui necessita di scelte responsabili.

 

Gli argomenti su cui ragionare sono due: da una parte c’è il consumo di energia, dovuto in gran parte al frigorifero, al forno e ai grandi elettrodomestici; dall’altra c’è la scelta dei materiali. Questi possono avere un grande impatto sull’ambiente e anche sulla nostra salute in quanto sostanze e materiali vengono continuamente in contatto con gli alimenti manipolati in cucina.

 

Consumi

I consumi possono essere abbattuti attraverso una scelta oculata degli elettrodomestici. La categoria più virtuosa è attualmente la A+++ ed è bene sceglierla anche a costo di spendere qualcosa in più in quanto il risparmio incide sull’ambiente ma a beneficiarne sono anche le bollette che si snelliscono . C’è poi da considerare il piano cottura e qui la domanda che sorge spontanea è: meglio a gas o a induzione? La risposta non è semplice e per capirlo bisogna chiedersi quanto si è disposti a cambiare abitudini. I benefici però ci sono: niente più gas, più sicurezza in casa, pulizie più veloci.

 

Materiali

Materiale naturale non fa rima con materiale ecosostenibile. Il legno è bello, naturale ed ecologico ma non sempre sostenibile. Per esserlo, deve provenire da foreste controllate. Il marmo può provocare un depauperamento del territorio e lo stesso dicasi della pietra. Bisogna, per capire davvero quello che si fa, sapere in che modo i materiali sono raccolti o estratti e qual è il loro ciclo di vita prima di giungere nelle nostre cucine (l’impronta ambientale) e questo è spesso impossibile, dunque ciò che è più sensato fare è ragionare anche sulla durevolezza e la qualità dei prodotti. Più una cucina dura, meno inquina. In ultimo ma non meno importante bisogna spendere qualche attenzione anche per considerare quali sono i trattamenti a cui un materiale è soggetto per assicurarci di non avere sostanze tossiche a contatto con gli alimenti.

 

 

Crediti

Todtanis