Il galateo del caffè

caffe

Una buona tazzina di caffè è il rito nazionale italiano più diffuso. C’è chi lo beve ristretto, chi in vetro, chi lungo, chi lo preferisce macchiato con la schiuma, chi senza schiuma. Ma ciò che importa a chi piace avere sempre un certo stile, è il modo di consumare o servire il caffè.

 

Servire il caffè agli ospiti

Un vassoio per servire il caffè agli ospiti è d’obbligo. La tazzina deve sempre essere accompagnata dal suo piattino e non è solo un proforma: qualche goccia della bevanda può solcare l’esterno della tazza e macchiare mobili e tovaglie. Sul piattino va appoggiato anche il cucchiaino. Non deve mancare la zuccheriera che può essere anche doppia, in caso si abbiano diversi tipi di zucchero da offrire. Ogni zuccheriera, poi, deve avere un cucchiaino riservato. Molto cortese e gradita è l’abitudine di includere, nel vassoio, dei cioccolatini fondenti e un bicchierino con due dita di acqua. Un’altra regola è quella dei due terzi: mai versare troppo caffè superando la quantità corrispondente a circa due terzi del volume della tazza. Inutile, infine, specificare a un italiano che questa è una bevanda che va servita immediatamente dopo la sua preparazione, quando ancora è fumante. Il tempismo è fondamentale.

 

Bere il caffè con stile

L’amante del caffè ha i suoi rituali e il suo bon ton. Come si impugna la tazzina? Con il pollice e con l’indice. Attenzione a non abbassare la testa verso il caffè: il portamento elegante è preservato solo accompagnando il contenitore alla bocca e non viceversa. Che dire poi di chi soffia rumorosamente sulla bevanda per premura che si raffreddi? Non è una buona abitudine, meglio attendere, scambiare due chiacchiere e infine sorseggiare il caffè senza emettere alcun rumore con la bocca. C’è infine l’annosa questione dell’acqua: va bevuta prima o dopo? I puristi direbbero prima, allo scopo di preparare la bocca e gustare meglio il sapore del caffè, ma c’è chi la preferisce dopo (e questo è un bene per far sì che i denti non restino macchiati). La risposta giusta è di seguire, almeno in questo caso, il proprio istinto.

 

Crediti

Di Bella Coffee su Pexels