Capodanno: regole di una tavola elegante

capodanno

Cenone in grande o in piccolo? Non ha importanza, la tavola del 31 dicembre è in ogni caso fondamentale per salutare a dovere il vecchio anno e accogliere festosamente il nuovo. L’eleganza e la bellezza sono dunque gli obiettivi della mise en place e un breve vademecum per non fare errori è a dir poco utile.

 

La tovaglia e i tovaglioli

Senza voler strafare con posate d’argento e cristalleria, la tavola dell’ultimo dell’anno ha le sue regole che partono dalla scelta della tovaglia: a prescindere dalla disponibilità economica, la tovaglia può essere elegante senza spendere troppo, basta optare per la semplicità. Niente pupazzi stampati, niente tessuti vistosamente sintetici e nessun colore fuori luogo. La tovaglia dovrebbe essere di tessuto naturale e monocromatica. I colori adatti sono quelli classici natalizi: bianco, dorato, ramato, argentato. Non dimentichiamo che deve avere necessariamente tovaglioli eleganti e ben abbinati. Detto in altri termini: evitiamo quelli di carta.

 

Come apparecchiare

Apparecchiamo con un servizio di piatti di buona qualità e con due bicchieri, uno con lo stelo (per il vino) e uno senza stelo (per l’acqua). Le posate, infine, devono essere le stesse per tutti. Non è obbligatorio che siano costose ma devono essere eleganti nella loro semplicità. Quali sono le regole imprescindibili della tavola raffinata? Ricordiamone alcune: prima di sistemare i piatti, si metta il sottopiatto. Solo dopo si può procedere con il piatto piano e poi con quello fondo. La forchetta va sempre a sinistra e il coltello sempre a destra, con la lama rivolta verso il piatto. Il cucchiaio, invece, va a destra del coltello. Qualora si abbiano tante posate quante le portate, ricordiamo che quelle più esterne sono quelle da usare per prime. E il tovagliolo? Ben piegato e sistemato a sinistra. Se si dispone di un piattino per il pane, sistemarlo sopra alle forchette mentre i bicchieri devono stare a destra, in corrispondenza del coltello. Le posate da dessert, infine, si possono portare assieme al dolce stesso.

 

Il centro tavola e altre raffinatezze

La tavola bella è una tavola semplice ed elegante. Per la cena niente è meglio dei candelabri che, in occasione delle festività natalizie, possono svettare in mezzo a un centrotavola creato con gli elementi più tipici del periodo: frutta secca, bacche, piccole ghirlande di vischio e così via. Che cosa non va assolutamente portato a tavola? In primis, la bottiglia d’acqua: procuriamoci una brocca. E poi ricordiamo di non portare nemmeno la bottiglia dell’olio e dell’aceto, né cibo senza piatto di portata.