Come riorganizzare la cantina

cantina

Le cose che custodisci in cantina sono seppellite dalla polvere e come se non bastasse risultano introvabili a causa del disordine? Quello che ti serve è un piano di azione: cinque consigli da seguire alla lettera per usare al meglio questo prezioso spazio.

 

1. Mensole e ripiani

La cantina, per essere ben organizzata, deve essere dotata di mensole e ripiani. Se non è possibile fissare le mensole a parete, è meglio usare un classico mobile a giorno poiché può sopportare maggiore peso.

 

2. Dispensa

Se devi conservare degli alimenti in cantina, separali completamente dal resto. La cantina è uno spazio fresco e buio perfetto per il vino, l’olio, la birra, le mele e le conserve. Posiziona le bottiglie e gli altri oggetti più pesanti alla base dei mobili e il resto in alto.

 

3. Deumidificatore

Se la tua cantina è umida, prima di ritrovarti con oggetti ammuffiti, provvedi all’acquisto di un deumidificatore. Se ne trovano per tutte le tasche e sono piuttosto efficaci. La spesa da sostenere è senza dubbio un investimento in quanto la muffa crea danni irreparabili a molti materiali, carta compresa.

 

4. Le scatole

Bando alle solite scatole: in cantina se ne possono usare di migliori, magari colorate visto che un po’ di allegria non guasta mai. Inoltre, quando chiudi una scatola e la riponi in cantina, abbi sempre cura di applicare un’etichetta per elencarne il contenuto. È un gesto tanto semplice quanto utile perché, altrimenti, rintracciare un oggetto inscatolato diventa una missione impossibile.

 

5. L’importanza della luce

Anche se sembra superfluo, predisporre un paio di punti luce in più rispetto a quello centrale si rivela fondamentale in quanto è un modo semplice ma immediato di rendere l’ambiente confortevole. Sfruttare la cantina vuol dire anche entrarci con piacere e con la consapevolezza di poter cercare ciò che serve senza doversi portare dietro una torcia o senza innervosirsi per l’impossibilità di discernere gli oggetti.

 

 

Crediti

Pinterest