Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Cucinare con la lavastoviglie

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

di Caterina Policaro
 

Ho scoperto che è possibile provare a cucinare con la lavastoviglie, per sfruttare il calore generato comunque dall’elettrodomestico in funzione e quindi risparmiare.

L’idea alla base è usare il vapore caldo della lavastoviglie durante il lavaggio per fare cuocere a bassa temperatura alcuni alimenti.

 

I cibi vanno inseriti e sigillati in vasetti di vetro (quelli da conserva, per capirci), a chiusura ermetica o sacchetti per il sottovuoto adatti alla cottura, per non essere contaminati dall’acqua di lavaggio. Per essere sicure che il vasetto/sacchetto sia ben sigillato immergetelo in un contenitore con d’acqua: non deve fare bolle da nessuna parte.

Cuocere a temperature inferiori a 100° permette di mantenere intatto il contenuto nutritivo degli alimenti, la carne rimane tenerissima, le seppie morbide, i crostacei polposi, l’uovo sodo perfetto.

 

Le temperature di cottura si scelgono in base ai programmi per il lavaggio piatti:

Eco= cottura a bassa temperatura (50° - 55° C),

Normale = cottura a media temperatura (60° - 65° C),

Intensivo= cottura a medio alta temperatura (70° - 75° C).

 

Cosa cucinare?

Ad esempio della frutta, sembra facile! Mele, pere, arance tagliate nel vasetto di vetro con cucchiaino di zucchero di canna, una punta di cannella. Chiudere ermeticamente, posizionare il vasetto in modo che sia fermo. Programma intensivo. Aprire il vasetto e servirlo con una pallina di gelato.

Oppure zucchine, curry e ravanello: zucchine a bastoncini, cipolla tritata, curry e foglie di ravanello in un sacchetto sottovuoto o in vasetto con chiusura ermetica. Lavaggio normale. Completate con un filo di olio extravergine prima di servire.

 

Sembra che anche grandi chef si stiano cimentando con la cottura in lavastoviglie oramai e tirano fuori piatti come un “vasetto di crostacei e molluschi con pomodorini ed erbe aromatiche”: inserire nei vasetti cozze, vongole, filetti di pesce a scelta, aglio, cipollotti, prezzemolo, pomodorini, aglio, olio, vino bianco, sale e pepe. Chiudere ermeticamente, lavaggio normale.

 

Insomma c’è tutto un mondo dietro la cottura in lavastoviglie ad impatto quasi zero. Quasi perché bisogna approfittare del lavaggio dei piatti, se cucinassimo direttamente così non ci sarebbe risparmio energetico!

E voi, avete mai provato?

Hai dimenticato la password?