Non fai ancora
parte della community
Registrati >

La spesa di agosto

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

Banco ricco, mi ci ficco si può dire adattando un po' il detto popolare. Certo è che ad agosto non manca nulla per soddisfare le esigenze di tutti i palati. Cetrioli, fagioli freschi, melanzane, peperoni, pomodori e sedano vivono il loro ultimo mese di stagione piena, anche se saranno disponibili anche nel prossimo mese.
Le prime rape e i cavolini di Bruxelles fanno la loro comparsa; restano ottime le barbabietole, le bietole, le cime di rapa, le cipolle, i peperoni e le zucchine. E tornano a maturare le carote, dopo il primo raccolto di fine primavera.
 
Per quanto riguarda la frutta è un mese ancora più ricco: albicocche, l'anguria, le pesche, il melone, le mandorle e i frutti di bosco. I fichi non saranno mai più così buoni durante il resto dell'anno e sono pronti da raccogliere (con le dovute precauzioni) anche i primi spinosi fichi d'india. Agosto è anche il mese delle more, dell'uva spina e dei ribes e le prime varietà di uva (come l'uva bianca Vittoria) cominciano a popolare i banchi del mercato.
 
È ricominciata la stagione del fermo pesca che quest'anno interessa nel mese di agosto il mare Adriatico: prima nella sua porzione settentrionale, coi pescherecci in porto fino al 5 settembre sulle coste tra Trieste e Rimini; poi dal 16 agosto al 26 settembre pesca ferma tra Pesaro e Bari, mentre tra Brindisi e Imperia (cioè Ionio e Tirreno) daranno tregua agli stock ittici da metà settembre a metà ottobre.

Hai dimenticato la password?