Detto Fra noi by Unilever
Non fai ancora
parte della community
Registrati >
Cif
Lysoform detersivo igienizzante
Svelto
Coccolino
Algida
Magnum
CarteDor
Cornetto Algida
Viennetta
Cucciolone
Calve
Lysoform
Knorr
Lipton
Te Ati
Axe
Badedas
Clear
Dove
Dove Man Care
Fissan
Glysolid
Sunsilk
Tony&Guy
Mentadent
Zendium
Neutrazero
Tigi

Ristoranti e cucina sostenibile

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

di Caterina Policaro
 

Non si butta via niente, oramai, anche al ristorante.

Si diffondono sempre di più, anche in Italia, i ristoranti che provano a cucinare per i clienti anche riutilizzando gli scarti, reinventandoli per insaporire o abbellire i piatti stessi.

Un po’ come facevano le nostre nonne, capaci di tirare fuori nuovi piatti con tutto ciò che restava in cucina.

 

Il movimento dei ristoratori che riutilizzano gli ingredienti è ovviamente nato in America con il nome stem-to-root, all’insegna del non gettare via nulla, soprattutto dagli ortaggi, bucce, semi, gambi e parti di scarto comprese.

 

Triti di foglie di verdura per insaporire oppure sempre foglie di ortaggi ma utilizzate (con alcuni accorgimenti) come contorno oppure come piatto stesso di alcune ricette, di grande effetto quando vengono serviti.

 

Il purè di patate può diventare speciale aggiungendo la cima della cipolla, fritta, salata e insaporita con la paprika. A un gazpacho si possono aggiungere sicuramente gli scarti dei pomodori con sale, così come a un Bloody Mary. Ottimo insaporitore: un trito di verdure di foglie di carota, sedano, finocchio, prezzemolo.

 

Da provare le chips di patate fatte con le bucce. Gambi di broccoli ridotti a striscioline e conditi con succo di limone e parmigiano, gambi di carciofo fatti a frittata, scorze di anguria sottaceto ecc. sono solo alcune delle possibilità che la cucina del riuso.

 

La cucina con gli scarti è sicuramente portata avanti nella ristorazione da rielabora e rinnova le “ricette della nonna” o da chi ha improntato il suo locale nella direzione della sostenibilità e del no agli sprechi.

 

In America ci sono anche ristoranti a 5 stelle che praticano la cucina degli ingredienti riciclati, in Italia qualcosa si muove nel circuito slow food e nei locali tradizionali del territorio.

 

Vediamo quando questa pratica prenderà bene anche da noi!

Lascia un commento

17 Commenti

Utile

domerus 21/04/2017 Segnala abuso >

utile

anna.maria25@virgilio.it 19/04/2017 Segnala abuso >

ottimo

asia1234 18/04/2017 Segnala abuso >

ok

brusi 16/04/2017 Segnala abuso >

interessante

poldino111316 3/04/2017 Segnala abuso >

Trovo che sia giustissimo.

ottimo

Interessante

interessante

bach15 23/02/2017 Segnala abuso >

Articolo interessante

piwipa 11/11/2016 Segnala abuso >

grazie

mimi13 9/10/2014 Segnala abuso >

bell'articolo

claudia0569 5/10/2014 Segnala abuso >

Il cibo costa veramente tanto, è un vero peccato sprecarlo e buttarlo. Bisogna veramente saper riutilizzare gli avanzi ed a volte è più semplice di quanto si pensi!

lenni84 30/09/2011 Segnala abuso >

Sì è un vero peccato buttare e sprecare..a volte non so come utilizzare il pane che avanzo e negli ultimi mesi ho pensato di conservarlo e portarlo ad un canile qui vicino. Molto interessanti i suggerimenti che ho letto sopra, alcuni me li sono annotati e li proverò senz'altro. Grazie!

top
Rubriche

L'ORDINARIO E LO STRAORDINARIO IN 4 RUBRICHE
Buona lettura!

Oroscopo
Ariete Toro Gemelli Cancro
Leone Vergine Bilancia Scorpione
Sagittario Capricorno Acquario Pesci
iniziative speciali

SCOPRI QUANTO IL MONDO UNILEVER HA DI SPECIALE DA OFFRIRTI.

concorsi & promozioni

SCOPRI TUTTE LE PROMOZIONI Concorsi e Promozioni

Hai dimenticato la password?