Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Lenticchie: salute e fortuna a Capodanno

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

Prova
con..

Pasta e Lenticchie Knorr
Pasta e Lenticchie Knorr

Le Zuppe Knorr "Segreti della Nonna" sono prelibate zuppe ispirate alle migliori ricette della tradizione.
Con la loro straordinaria consistenza, ti offrono, ad ogni cucchiaiata, quel gusto semplice e genuino di una volta.

Scopri di più

di Caterina Policaro
 

 

Le lenticchie, secondo la tradizione popolare, portano bene: sono simbolo di salute e fortuna.

 

Per il cenone di Capodanno sono immancabili perché fanno parte dei vari riti legati alla cucina che ci aiutano a cominciare nel modo migliore il nuovo anno, provando ad augurare a noi stessi e ai nostri cari, fortuna e prosperità.

 

Le tradizioni di buon auspicio sono davvero tante anche se sicuramente la più nota è proprio quella di mangiare lenticchie prima di brindare al nuovo anno, in modo che l’anno nuovo sia carico di successo e denaro e per tutti i commensali.

Le lenticchie, da sempre considerate un portafortuna, simbolo di abbondanza, benessere e prosperità (in alcune regioni lo stesso significato propiziatorio hanno i chicchi d’uva oppure l’uva passa).

 

Della serie, non è vero ma ci credo, non sarà dimostrato scientificamente che le lenticchie portino o meno soldi e ricchezza a chi le mangia a Capodanno, ma che siano sane e nutrienti dubbi non ce ne sono davvero. Sono anche facili da preparare, non possiamo farle mancare, magari abbinate a cotechino o zampone oppure diversamente.

Cominciamo col preparare il soffritto in olio d’oliva extravergine: a base di aglio oppure  a base di carota, sedano e cipolla, a seconda delle preferenze personali. Pronto il soffritto aggiungere acqua e dado vegetale. Si può aggiungere la passata di pomodoro (o anche solo il concetrato). Far andare fino a consumazione dell’acqua e cottura delle lenticchie che non devono, però disfarsi troppo. Cotechino o salsicce vanno cotti insieme alle lenticchie perché il sapore sia omogeneo ed esaltato.

 

Qualcheidea per il cenone e il pranzo del primo dell’anno a base di lenticchie:

si possono insaporire con alloro, ginepro e chiodi di garofano oppure con vino rosso e pancetta, si possono preparare a zuppa col pomodoro oppure con le patate, diventando così un buon sostituto di piatti a base di carne, si possono arricchire con porcini secchi oppure preparare al curry, si possono fare a polpettine o a frittelline da servire come antipasto.

 

Insomma, facciamo veramente posto sulla nostra tavola ai chicchi portafortuna.

Augurando ricchezza e prosperità a tutte, buona fine e buon inizio!

Hai dimenticato la password?