Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Come scegliere padelle e pentole antiaderenti

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

di Caterina Policaro
 

Quali pentole e padelle antiaderenti preferire? Vediamo insieme le caratteristiche per sceglierle al meglio.

Il titanio è un materiale naturalmente antiaderente. Pentole e padelle in titanio sono praticamente indistruttibili.

 

Le pentole in terracotta possiedono la capacità di garantire una cottura uniforme ed a temperatura costante per qualsiasi tipo di alimento, mantenendo intatti i sapori e permettendo inoltre di contenere l'impiego di grassi. Si tratta di pentole resistenti che permettono di cuocere il cibo a temperature non eccessivamente elevate e che sono in grado di offrire antiaderenza completa, soprattutto se inumidite con dell'acqua prima di procedere alla cottura. La terracotta più sicura ha subito un processo di vetrificazione e non contiene metalli pesanti o sostanze tossiche.

 

Le padelle con rivestimento in ceramica devono però essere atossiche, verificare questa caratteristica all’acquisto.

 

Le pentole più sicure e consigliate a chi soffre di allergia al nikel o per evitare metalli pesanti, come cromo e cobalto, sono le pentole in vetro pirex, da utilizzare esclusivamente in forno.

Pentole e padelle in ferro sono naturalmente antiaderenti e possono sopportare temperature elevate. Sono però soggette alla ruggine nel caso vengano lavate con acqua.

 

Con la pietra ollare vengono realizzate pentole adatte ad una cottura lenta degli alimenti ed in grado di riscaldarsi mantenendo costante la loro temperatura. La capacità antiaderente della pietra ollare è naturale e non rilascia sostanze tossiche di alcun tipo. Le pentole in pietra ollare richiedono un certo tempo di riscaldamento e sono particolarmente adatte alla cottura di minestroni e zuppe.

 

L'acciaio inossidabile è un materiale particolarmente resistente, adatto pressoché a ogni tipo di cottura. Attenzione a mescolare di frequente e aggiungere una piccola parte di acqua e di olio durante la cottura

 

Le pentole in ghisa possono essere considerate sicure se rivestite da uno strato smaltato privo di sostanze tossiche. Pentole, casseruole e tegami in ghisa smaltata possono essere utilizzati per la cottura in forno, su fornello a gas, ad induzione e persino sul barbecue, oltre a poter essere riposti senza problemi in frigorifero.

cleanipedia

Se non sai come trattare una macchia o come risolvere un problema in materia di pulizia, Cleanipedia può darti i giusti consigli. Leggi i nostri articoli!

Vai al sito

Hai dimenticato la password?