Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Come preparare i carciofi

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

Prova
con..

Risotto ai carciofi in soli 15 minuti
Risotto ai carciofi in soli 15 minuti

Il segreto è avere una busta di Risotto Knorr nella dispensa e seguire questo semplicissimo procedimento: versare il contenuto della busta in 500 ml di acqua, portare a bollore e mescolare finché l’acqua non si è assorbita. Potrai poi personalizzarlo o decorare il piatto quando lo porterai in tavola. E buon appetito!

Scopri di più

di Caterina Policaro
 

I carciofi, ortaggio dalle origini antichissime, tipico in molte regioni dell’Italia centrale, famosissimo nelle preparazioni della cucina romana e laziale (alla giudia, fritti e dorati oppure alla romana, cotti in teglia con acqua, olio e aromi), possono essere preparati in tanti modi diversi.

Sono un po’ noiosi da pulire, operazione però indispensabile per poterli poi preparare in tante gustose ricette. Possiamo prenderli surgelati (di solito sono cuori di carciofo, la parte più tenera) se non abbiamo voglia di avventurarci nelle operazioni di pulizia

Possiamo trovare in commercio carciofi più o meno spinosi, a seconda della qualità.

Consiglio di acquistare carciofi con il gambo sodo e dritto, la punta chiusa e le foglie carnose.

La pulizia del carciofo comincia dal suo gambo che si può eliminare totalmente oppure utilizzarlo ma togliendoci gran parte della scorza esterna e tagliandolo in due parti.

Le foglie più esterne e più dure del carciofo vanno eliminate completamente spezzandole alla base.  Alle foglie più interne, che hanno un colore più chiaro e sono molto più morbide, va tolta la parte superiore.
Tagliare, quindi i carciofi a metà o in spicchi e immergerli subito in acqua e limone, altrimenti anneriscono.

Siamo ora pronte a prepararli nel modo che più ci piace.

I carciofi più freschi e teneri sono ottimi crudi, in carpaccio a fettine sottili, oppure in insalata (bollirli e condirli con olio, sale e pepe). Meglio ancora se fritti (con una pastella semplice semplice). Si possono fare ottime zuppe e minestre con i carciofi o delle saporitissime torte salate ma anche vari risotti oppure contorni come i carciofi ripieni, saltati in padella con aglio, olio, peperoncino, utilizzati nelle frittate ecc.

Possiamo abbinare il carciofo ai porcini oppure ai porri o ancora, ovviamente, alle patate.

Una teglia di carciofi e patate al forno è abbastanza facile da realizzare, condite con un misto di olio, rosmarino, timo, origano, aglio, sale e pepe.

E tu come li prepari i carciofi? Hai una ricetta tipica delle tue parti?

Hai dimenticato la password?