Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Come leggere le etichette delle uova

Blogger
di Guglielmo Pellegrino

Cucinare è una questione di chimica, di..

di Caterina Policaro
 

Sai scegliere le uova fresche?

Imparare a leggere etichette e codici delle uova per capire realmente cosa vuol dire “allevate a terra”, “biologiche”, “allevate all’aperto” ecc. è di fondamentale importanza.

 

Le uova fresche, destinate al consumo diretto, sono quelle di categoria A, mentre le uova di seconda qualità, la categoria B, sono destinate all'industria alimentare o non alimentare.

 

Quando scegliamo le uova fresche (categoria A) facciamo attenzione che si presentino così: - -- guscio e cuticola normali,

- puliti, intatti;

- poca camera d’aria, massimo 6 mm;

- albume chiaro, limpido, di consistenza gelatinosa, senza corpi estranei;

- tuorlo visibile, senza contorno apparente, che non si allontani sensibilmente dal centro dell'uovo quando lo ruotiamo, senza corpi estranei; non si devono sentire odori estranei.

Le uova fresche si classificano a seconda del peso in S, M, L, XL.

 

Sul guscio, le uova hanno sempre un codice stampato, è obbligatorio, che indica tutte le informazioni sulle uova acquistate: una vera e propria carta di identità dell'uovo, della tracciabilità del prodotto e della sua filiera produttiva.

Le prime cifre sull’etichetta del guscio indicano il tipo di allevamento da cui provengono le uova (0: agricoltura biologica, 1: allevamento all’aperto, 2: allevamento a terra, 3: allevamento in gabbia) e il paese di origine (IT sta per Italia), le cifre successive la sigla della provincia, il comune di allevamento (codici ISTAT dei comuni) e l’allevamento specifico da cui l’uovo proviene. Sotto l’etichetta è poi presente la data di scadenza dell’uovo.

E’ raro trovare uova non italiane, in commercio in Italia.

 

Ora sai praticamente tutto quello che c’è da sapere di ogni uovo, non era poi così difficile leggere l’etichetta, vero?

Hai dimenticato la password?