Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Sport in gravidanza

Blogger
di Floriana Ferrando

Laureata in Scienze della Comunicazione..

Chi ha detto che con il pancione si devono abbandonare sneakers e palestra? Ecco gli sport più indicati per le future mamme, da svolgere sotto controllo medico.
 
 
Future mamme in piscina
Non c’è rischio di caduta, né di distorsioni: molti operatori sanitari e professionisti del fitness sostengono che nuotare sia l’esercizio più sicuro per le donne in dolce attesa. Il nuoto mantiene il corpo tonico, senza sottoporre le articolazioni allo stress del peso del pancione.  Inoltre, come qualsiasi altra attività fisica, nuotare aumenta la frequenza cardiaca, ma permette di evitare un eccessivo innalzamento della temperatura corporea. Tuttavia va ricordato che non tutti gli sport acquatici sono consigliati: da evitare, ad esempio, lo sci d’acqua e le immersioni subacquee.
 
 
Mamme in marcia
Anziché correre, camminate. A passo sostenuto, certo. Ginocchia e caviglie ringrazieranno, inoltre la camminata veloce permette di tenere il peso sotto controllo durante la gravidanza. Ricordate di scegliere delle sneakers comode, che evitino l’inciampo e che abbiano una suola pensata apposta per scaricare il peso al meglio. Un consiglio: eseguire qualche esercizio di allungamento muscolare prima di mettersi in marcia.
 
 
Posizioni yoga prenatale
È risaputo che lo yoga allevi lo stress e le tensioni che vanno a pesare su corpo e salute psicofisica, ed è anche un toccasana per le donne in dolce attesa. La maggior parte delle posizioni yoga risulta essere sicura sia per la mamma che per il piccolo, basta avere l’accortezza di non esagerare nello sforzo e di farsi consigliare da un professionista della disciplina. Da evitare di sdraiarsi sulla schiena per lunghi periodi di tempo.
 
 
Pancione in sella
Pedalate, magari sulla cyclette di casa. I vantaggi? Il rischio di caduta è ridotto al minimo (considerando che man mano che la pancia cresce il proprio baricentro si sposta e l'equilibrio vacilla), e il peso corporeo è supportato dalla bicicletta, anziché dalle vostre articolazioni. Iniziate lentamente e non esagerate con l’intensità.

Hai dimenticato la password?