Sweatcoin, guadagnare correndo

Più corri, più guadagni
 
É l’ultima trovata dell’universo della moneta elettronica: un’applicazione che permette di “guadagnare” in base ai chilometri percorsi, invogliando gli utenti a praticare attività fisica a fronte di un guadagno in moneta virtuale. Insomma, si tratta di uno stimolante incentivo per chi generalmente preferisce il divano al tapis roulant.
 
 
Cosa è
Si chiama Sweatcoin ed è al momento disponibile solo negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Irlanda, ma punta a conquistare presta un’ampia gamma di mercato a livello mondiale. Il funzionamento è semplice: si installa l’applicazione sul proprio smartphone, che terrà traccia attraverso il sistema GPS degli spostamenti, e per ogni 1000 passi eseguiti (pari indicativamente a 700-800 metri) si ottiene un Sweatcoin, una cripto valuta. D’altronde il nome del servizio si può tradurre letteralmente con “moneta del sudore”… “Siamo intenzionati a cambiare radicalmente il valore attribuito a salute e fitness e a fornire alle persone una motivazione valida per condurre una vita migliore”, spiega il fondatore di Sweatcoin, Oleg Fomenko.
 
Cosa posso comprare
E ora che il mio porta spiccioli (virtuale) è pieno di monete (virtuali), che me ne faccio? Con i SWC si possono acquistare beni, servizi e pure esperienze di fitness come, ad esempio, una lezione di yoga, l’applicazione rimanda infatti ad un negozio virtuale dove poter acquistare una moltitudine di cose. Tutto nell’ottica di fitness, ecologia e risparmio. Così basta percorrere qualche chilometro a passo sostenuto per ottenere un’importante sconto su quell’attrezzatura per il fitness o acquistare un corso di ginnastica dolce a metà prezzo, o ancora, portarsi a casa quel libro di ricette light per appena una manciata di monete virtuali. Intanto la forma fisica ringrazia. Inoltre si può decidere di donare i Sweatcoin ottenuti grazie alla tua corsa ad enti di beneficenza specifici, traducendo la cripto valuta in moneta reale.