Upside down make-up

Il trucco è sotto l’occhio
 
E se matite, eyeliner e ombretti li sistemassimo sotto la rima inferiore dell’occhio, anziché sulla palpebra superiore? Certo, si stravolgerebbe tutto quello che abbiamo imparato sin da bambine, quando ci si paciugava il viso per gioco con i trucchi della mamma. Ma è l’ultimo trend del mondo del trucco, bellezze.
 
Letteralmente si potrebbe tradurre come “trucco sottosopra”, “ribaltato”, e c’è da scommettere che le nemiche di smokey eyes e eyeliner lo ameranno perché questa volta sarà la zona sotto all’occhio la vera protagonista. In sintesi, la palpebra rimane (quasi) totalmente struccata, mentre il colore (si possono osare anche dei bei colori accesi, eh!) conferisce carattere alla rima inferiore dell’occhio. Ma attenzione alle sbavature, il rischioso “effetto panda” è dietro l’angolo, dunque per evitare di ritrovarvi con un trucco che sembri un tripudio di occhiaie e occhi lividi, meglio ascoltare i consigli della make-up artist Tasha Reiko Brown, che negli scorsi mesi ha adottato questo trend ai più patinati eventi mondani per le sue celebri clienti.
 
Quel che vi serve è una buona base, soprattutto un primer dall’effetto shimmer che aiuti a fissare il trucco senza farlo colare via dopo poche ore. Poi via libera alle matite colorate: stendete una riga di colore proprio a ridosso delle ciglia inferiori, poi prima che il tratto si asciughi, usando un pennellino che ammorbidisca il trucco. Desiderate un effetto più accattivante? E anche più duraturo? Sopra al tratto di matita tamponate delicatamente dell’ombretto in tinta, meglio se dall’effetto brillante. La palpebra superiore, invece, lasciatela al naturale, definite soltanto lo sguardo tratteggiando finemente la curva superiore dell’occhio con una matita scura, nera, grigia o marrone. “La chiave per realizzare il trend è assicurarsi che le tonalità di colore scelte siano in armonia con il resto del trucco, in particolare con la nuance del blush e con il colore delle labbra”, spiega la truccatrice.