Non fai ancora
parte della community
Registrati >

La dieta del gruppo sanguigno

Blogger
di Floriana Ferrando

Laureata in Scienze della Comunicazione..

Dal naturopata americano James D’Adamo
 
Ogni individuo è diverso. Dunque come possiamo pensare che una dieta possa dare gli stessi risultati a persone differenti? Da questo principio nasce la dieta del gruppo sanguigno, che punta ad individuare una correlazione fra fattori genetici e alimentazione.
 
La prima volta che se ne è parlato era la fine degli anni Cinquanta ed era stato il naturopata statunitense James D'Adamo a prendersi a cuore la questione. Da qualche tempo le sue osservazioni sono state riprese dal medico piacentino Piero Mozzi che ha sviluppato un’approfondita teoria sui legami fra gruppo sanguigno e alimentazione corretta. Non si tratta di definire una dieta dimagrante, sia chiaro, piuttosto gli alimenti che regalano maggiori benefici all’organismo di ogni appartenente ai diversi gruppi sanguigni. Insomma, è il sistema immunitario a parlare.
 
Così succede che ogni individuo tollera bene alcuni alimenti, mentre altri rischiano persino di rivelarsi  nocivi per la salute. Quegli stessi alimenti, poi, qualcun altro li consuma senza problemi. Ecco, dunque l’emo-dieta non propone un regime alimentare fisso, predefinito, ma si adatta alle esigenze di ogni corpo, come spiega il dottor D’Adamo: “Sono fermamente convinto che non esistano sulla faccia della terra due persone identiche; nessuno che abbia le stesse impronte digitali, labiali o vocali. Visto che tutti gli individui sono diversi l’uno dall’altro, non ritengo logico che essi debbano nutrirsi allo stesso modo. Poiché ciascuno di noi “abita” un corpo dotato di punti di forza e debolezza differenti e di diversi fabbisogni nutrizionali, per conservare la salute e per combattere le malattie è indispensabile tenere conto di queste peculiarità”.
 
A chi si rivolge questo tipo di approccio? A chiunque, si legge sul portale web dedicato: “Più che una dieta è un vero e proprio percorso per arrivare ad alimentarsi correttamente, dal quale tutti possono trarre beneficio: coloro che hanno bisogno di migliorare la propria salute, che vogliono dimagrire, gli atleti che desiderano migliorare le proprie prestazioni o, in generale, chi vuole prevenire e mantenere intatto il proprio benessere”.
 
E non dimenticate che la dieta, se siete stressate, mica funziona

Hai dimenticato la password?