Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Bisturi e bellezza: i trend del 2017

Blogger
di Floriana Ferrando

Laureata in Scienze della Comunicazione..

Le nuove tendenze
 
Dall’America arrivano nuovi approcci alla chirurgia estetica e nuove tecniche che minimizzano i rischi.
 
Partiamo dal viso e diamo un calcio al doppio mento grazie ad una speciale iniezione sciogli grasso in arrivo in Italia, come spiegano i chirurghi plastici Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove: "Una novità importante che arriva dopo anni di ricerca. Se manterrà le promesse, avrà un impatto paragonabile a quello della tossina botulinica in campo estetico. Per ora l'approvazione riguarda solo il grasso del sottomento ma è probabile che, dopo gli opportuni studi scientifici, sarà estesa anche ad altre zone”.
 
Se invece sono le rughe quelle che volete stirare arriveranno nuovi filler pensati apposta per avere un minore impatto sul fisico e una maggiore durata. Il botulino? Quello non  passa mai di moda. E si specializza: è in arrivo il Microbotulino, capace di agire sui segni del tempo appena percettibili. Pure i peeling in fatto di cura della pelle rappresentano un grande ritorno con tecniche ultramoderne. Per il lifting, invece, ci si affiderà agli ultrasuoni, per un risultato più naturale e un intervento meno invasivo.
 
Se scendiamo sul lato B, invece, è la carbossiterapia a farla da padrona. Da abbinare, spiegano gli esperti, “alla dieta e alla stimolazione tissutale con la tecnica vacum ed apparecchiature elettromedicali dedicate”.
 
E ancora, per il seno si assisterà al ritorno di protesi tonde ma fatte di gel ergonomici che si adattano alla postura del corpo. “Dopo il successo delle protesi anatomiche tornano le vecchie protesi tonde ma in una veste nuova - annunciano Rauso e Bove - sono realizzate con gel più ergonomici che si ridispongono in base alla posizione del corpo e rendono non più necessaria una testurizzazione importante. Le protesi tonde micro o nano testurizzate danno meno problemi di contrattura capsulare e sieromi, perché viene minimizzato lo sfregamento della protesi con i tessuti".
 
Per le zone intime, infine, continua ad andare forte la tecnica della re-vagination.

Hai dimenticato la password?