Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Galleggiare contro lo stress

Blogger
di Floriana Ferrando

Laureata in Scienze della Comunicazione..

Per neo mamme e non so
 
Prima abbiamo provato con la meditazione, poi con disegni e colori e ora per scaricare le tensioni della giornata è il turno della floating teraphy. La tecnica consiste nel galleggiare dentro una speciale vasca piena di acqua e sali con la lieta conseguenza di alleggerire il carico sulla struttura ossea e sugli organi interni. Così se sta bene il fisico, ci guadagna anche la mente. Ma non è finita qui: la terapia del galleggiamento è in grado di eliminare dolori articolari e muscolari e purificare il corpo, che grazie alla totale assenza di luci, suoni e ogni tipo di stimolo esterno riesce a raggiungere uno stato di profondo rilassamento. Un po’ come succede con la meditazione, come hanno dimostrato recenti studi e ricerche scientifiche.
 
La vasca di deprivazione sensoriale (comunemente detta vasca di galleggiamento) non è una novità recente, la sua nascita risale alla fine degli anni Cinquanta e a idearla è stato il Dr. John Lilly, impegnato proprio nello studio degli effetti della deprivazione sensoriale sul cervello umano e sugli stati alterati di coscienza, ma solo da poco tempo è finita sotto la lente di ingrandimento di un istituto di Firenze che ha pensato di proporre questo sistema di rilassamento fisico e psicologico alle donne partorienti e alle neo mamme provate dalla tensione della gravidanza. Così le donne possono ritrovare serenità galleggiando all’interno di vasche riempite con una soluzione satura di sale, che consente al corpo di “fluttuare” senza peso. Funzionerà davvero? Paolo Petracchi, ingegnere delle vasche e direttore del centro spiega che “un’ora di galleggiamento equivale a 6/7 ore di buon sonno, inoltre le vasche di deprivazione o isolamento sensoriale permettono al cervello di fare una sorta di reboot di processi che stanno alla base del sistema endocrino e immunitario e di concentrare endorfine nella corteccia cerebrale”. Insomma, un vero toccasana!
A Firenze ha preso vita, così, il più importante Centro di galleggiamento in Italia che ha dato il via ad un percorso studiato in collaborazione con un gruppo di professioniste ostetriche al fine di “regalare alle donne un momento tutto per loro per recuperare le energie”. 

Hai dimenticato la password?