Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Caviglie gonfie in gravidanza

Blogger
di Floriana Ferrando

Laureata in Scienze della Comunicazione..

Ecco come combatterle
 
Il momento della gravidanza, soprattutto se si tratta del primo figlio, è un periodo molto delicato emotivamente e fisicamente per le donne. In questo frangente è facile che la futura mamma debba fare i conti con piedi e caviglie gonfie: non si tratta solo di un problema estetico, ma il disturbo risulta molto fastidioso durante la pratica vita quotidiana.
 
I gonfiori di gambe e piedi si verifica soprattutto durante l’ultimo trimestre di gravidanza e sono una conseguenza fisiologica dello stato interessante, quando il corpo della donna trattiene liquidi all’interno dell’organismo a causa di fattori ormonali.
 
 
Gambe all’aria
E’ il rimedio più banale che si conosca, ma anche quello che regala il maggior sollievo: stare sedute o sdraiate un’ora al giorno con le gambe posizionate in alto (più in alto del resto del corpo, s’intende) regalerà immediatamente un po’ di pace. Anche camminare un’ora al dì può essere di aiuto e se siete nella stagione estiva potete pensare di passeggiare sul bagno asciuga la mattina presto, quando il sole non è ancora alto.
 
Bagnale!
A doccia terminata ricordate di eseguire questo ultimo passaggio: con un forte getto di acqua fresca bagnate le gambe dal basso verso l’alto, per contrastare il gonfiore e rendere più tonici i tessuti. Se, invece, è inverno potte pensare di usare delle calze a compressione graduata. Non il massimo del sex appeal, certo, ma sicuramente utili per sentirsi meglio.
 
 
Il pediluvio
I rimedi di un tempo restano, tuttavia, quelli che danno maggiore soddisfazione. Dunque, cimentatevi in un piacevole pediluvio per defatigare e sgonfiare gambe e piedi in gravidanza. Le possibilità sono diverse: una bacinella di acqua tiepida, due cucchiai di sale grosso e un cucchiaio di bicarbonato per ogni litro di acqua rappresentano un toccasana immediato. Restate con i piedi a mollo per una ventina di minuti. La chicca: se soffrite di pelle secca aggiungete qualche goccia di olio di mandorla.

Hai dimenticato la password?