20 minuti nella natura senza stress

Uno studio dell’Università del Michigan ha dimostrato che passeggiare venti minuti in mezzo alla natura - mare o montagna che sia - regala innumerevoli benefici al cervello, liberando corpo e mente dallo stress.
 
 
Lo studio, pubblicato su Frontiers in Psychology, suggerisce che spendere 20 minuti al dì per passeggiare nella natura può ridurre significativamente i livelli dell’ormone dello stress. 
 
Il team di ricercatori che ha condotto l’indagine ha proposto un esperimento ad un gruppo di persone, invitandole a fare una passeggiata all’aperto per 10 minuti o più, almeno 3 volte a settimana. “I partecipanti erano liberi di scegliere l'ora del giorno, la durata e il luogo della loro esperienza naturale”, ha spiegato la dottoressa MaryCarol Hunter, professore associato presso l'Università del Michigan e autrice principale dello studio. Durante le passeggiate - che si dovevano svolgere nelle ore di sole - ai partecipanti non era permesso fare esercizi aerobici o utilizzare i social media e internet, né telefonare, leggere o conversare. 
 
 
Ad ognuno dei partecipanti è stato misurato il livello di cortisolo prima e dopo l’esperimento attraverso dei tamponi salivali: lo studio ha rilevato che dopo le passeggiate il cortisolo era ridotto mediamente del 10 per cento. E’ l’effetto della “pillola della natura”, come hanno deciso di battezzarla. Questi risultati sono in sincronia con altri studi che propongono di passare del tempo a contatto con la natura per liberarsi dallo stress. Uno studio ha persino confermato che le battute di pesca, in particolare, fanno bene alla salute mentale.
 
Pronti per prenotare le prossime vacanze lontano dalla frenesia della città?