Non fai ancora
parte della community
Registrati >

I broccoli

Le 5 cose che ...

Tutto quel che c'è da sapere su una delle verdure più salubri che offre l'autunno.
 
I broccoli sono un po' come la pizza: sono una varietà di cavolo originaria del mediterraneo, in particolar modo delle regioni meridionali d'Italia, esportati con enorme successo in tutto il mondo mantenendo il nome italiano. Si dice 'broccoli' in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo.
 
In Sicilia e Calabria il broccolo viene coltivato almeno da duemilacinquecento anni, e divenne ben presto uno degli alimenti preferiti dalla nobiltà dell'Antica Roma. Insieme all'espansione dell'Impero, si diffuse anche questo cavolfiore verde, che nei secoli è stato selezionato (con incroci tra cavoli) fino ad avere l'aspetto che oggi conosciamo.
 
Dal punto di vista nutrizionale è equivalente ad altri tipi di cavolo: alta quantità di vitamina C – che viene parzialmente persa in fase di cottura – pari a 80 mg per 100 g di prodotto (più delle arance), e di vitamina K (con 100 g di broccoli si soddisfa il fabbisogno giornaliero di questa importante vitamina). L'apporto calorico è molto basso, simile a quello di pomodori e insalata (circa 35 calorie per 100 g).
 
Tre sono le varietà di broccoli presenti sul mercato nostrano: quello verde, il più diffuso, quello viola (nella foto), reperibile soprattutto in Sicilia, e quello romanesco, molto pittoresco nella forma e dal colore verde chiaro acceso.
 
Un'ultima curiosità, non molto nota: 'brocoli' è il nome di un giorno dell'anno nel Calendario Rivoluzionario Francese, in vigore tra il 1792 e il 1805 nella Francia repubblicana. Più precisamente è il nome del dodicesimo giorno del mese 'piovoso', che corrisponde al nostro 31 gennaio.

Hai dimenticato la password?