È il legume che fresco è il più leggero e digeribile dopo il fagiolino, e la sua storia si mescola fin dall'antichità con quella degli uomini. Non solo a tavola.   Pitagora, filosofo e matematico del VI secolo a.C, le evitava come la peste ma a meno di essere affetti da favismo non c'è nessun motivo per privarsi di un legume così gustoso e ver.. Leggi >