Come pulire le piante artificiali

Anche le piante artificiali hanno bisogno di cure: devono infatti essere spolverate. E quelle di tessuto possono richiedere qualche sforzo in più. Niente paura: le strategie esistono e richiedono aria compressa, phon, panni in microfibra, soluzioni antistatiche oppure… doccia.
 
Pianta a foglie grandi
In questo caso uno spolverino aiuta molto. Può essere passato un paio di volte su tutte le foglie per poi procedere con una soluzione composta da 4 parti di acqua e una di aceto da cospargere con un panno morbido. Un altro panno morbido servirà per asciugare la pianta. Infine, è importante spruzzare una soluzione antistatica da acquistare in un negozio di bricolage.
 
Pianta a foglie piccole
Questo tipo di pianta richiede un po’ di lavoro extra in quanto è impossibile pulirla foglia per foglia. Se si ha un giardino, si può semplicemente usare il sifone, ma in caso contrario si può ricorrere alla doccia calda. Questo è il modo più veloce di pulire una grande pianta. Se ancora persistono residui, si può lavorare sui dettagli con l’aria compressa. L’ultimo passo consiste nella soluzione antistatica da spruzzare sulla pianta.
 
Fiori di tessuto
Non lavare i fiori di tessuto in lavatrice. Usa invece uno spolverino e subito dopo usa il phon a bassa temperatura. Tampona delicatamente e con un panno in microfibra umido tutti i punti difficili in cui la polvere si può annidare. Puoi anche usare una soluzione di acqua e aceto, ma prima verifica sempre in un punto nascosto della stoffa che il colore non sbiadisca. Infine, asciuga il fiore con il phon.