Come migliorare un bagno cieco

Il bagno cieco non è più la Cenerentola di casa. Ha solo bisogno di qualche accorgimento in più.
 
Giochi di luce
La luce è il suo punto debole: migliorarla, con stile, è il primo obiettivo. Da evitare senza dubbio il punto luce sul soffitto, che illumina in modo fiacco e piatto. La soluzione sta nei giochi di luce da realizzare con delle applique scenografiche disposte su diverse pareti, in modo da non lasciare al buio nessun angolo della stanza. Sopra allo specchio: faretti moderni.
 
Specchi e arredi
Come è ormai ben noto, il bianco è il miglior colore per valorizzare la luce. I mobili bianchi sono un’ottima idea ma si può osare anche con il total white, perfetto anche per far apparire un ambiente più largo. I protagonisti del bagno senza finestra, tuttavia, sono gli specchi, i maestri della moltiplicazione della luce e dello spazio. Grazie a grandi specchi a tutta parete, gli uni di fronte agli altri, sembrerà di avere non uno ma due bagni!
 
Altri consigli
Se il budget lo permette, tante altre piccole accortezze possono migliorare il bagno cieco. Una parete a vetrata opacizzata, o anche una porta scorrevole a vetro, per esempio, fa filtrare la luce dalla stanza attigua. Un soffitto con travi di legno, grazie al calore e alla bellezza del materiale, rende lo spazio più accogliente. Un pannello luminoso, o una cornice luminosa, danno l’illusione di una finestra.