Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Il terrario fai da te

Blogger
di Serena Patierno

Ho tante passioni, ma le più brucianti..

Barattoli, brocche, bicchieri per realizzare piccoli terrari
 
Una piccola oasi di natura rende qualsiasi casa più bella. Se lo spazio è poco, si può ricorrere all’uso di piccoli vasi oppure, per realizzare qualcosa di originale, ai terrari. Questi giardini in miniatura, pensati originariamente per ospitare piccoli animaletti come anfibi e rettili, sono perfetti per essere accolti sui davanzali, sui tavolini o sulle mensole a scopo puramente decorativo. E possono anche essere realizzati con il fai da te.
 
Il contenitore - Il primo passo per realizzare un terrario consiste nella scelta del contenitore. Può essere un vaso di vetro, un vasetto della marmellata, una brocca che non si usa più, dei bicchieri di vetro, dei vasetti di vetro, delle ciotole, una vecchia boccia dei pesci, delle vecchie lampadine a incandescenza o, infine, dei contenitori appositi.
 
La composizione - Una volta scelto il contenitore, ci si deve procurare il materiale: terriccio, sabbia, sassolini, muschio, piccole piante grasse e così via. Il nostro consiglio è di inserire prima di tutto uno strato ghiaia. Subito dopo, si può mettere uno strato di terra da recuperare in giardino o da acquistare. Nella terra vanno poszionate le piantine grasse (sono sufficienti dei rametti). Queste attecchiscono facilmente e hanno bisogno di poca terra e di poca acqua. Infine, si può abbellire il tutto con qualche pietra colorata da aggiungere alla terra.
 
Consigli - Il piccolo terrario è anche un regalo molto grazioso ed economico, di sicuro apprezzato da tutti. Ha una smisurata capacità decorativa e può avere tanti colori diversi grazie alle pietruzze di qualsiasi tipo che si trovano in commercio.  Inoltre può essere reso simpatico anche con l’aggiunta di piccoli animaletti finti, ghiande, pezzetti di corteccia.

Hai dimenticato la password?