Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Come si scelgono i quadri?

Blogger
di Serena Patierno

Ho tante passioni, ma le più brucianti..

Il segreto sta nell’armonizzare stili e colori
 
Stampe e tele sono indispensabili per rendere una casa accogliente e piacevole. Per quanto si possa amare lo stile minimal qualche decorazione, infatti, si finisce per inserirla. In questo caso, per una scelta oculata occorre prendere in considerazione alcuni fattori.
 
Occhio agli stili
Il primo fattore è lo stile. In linea di massima, quando si arreda con uno stile classico o antico, è importante inserire soggetti classici con cornici adeguate. Se si ha una casa molto moderna ed essenziale, il principio è lo stesso: rispetta sempre lo stile scelto, che dovrà essere rispecchiato dai quadri.
 
In contrasto oppure in armonia?
Ma le regole prevedono sempre le eccezioni. E a volte sono queste a fare la differenza e a rendere unica una casa. Se hai uno stile moderno, puoi osare con una o due tele d’epoca, con cornici barocche e con la giusta illuminazione, questa volta moderna. Se invece hai uno stile antico, perché non movimentarlo con una tela contemporanea, magari appesa senza cornice?
 
I colori giusti
Anche i colori vanno valutati. L’arredamento in toni neutri può essere ravvivato con un tocco di colore forte: qui si ha campo quasi libero e basta scegliere la tinta prediletta. Se invece l’arredamento è già piuttosto colorato, occorre stare attenti alle tinte e giocare con i toni già presenti in casa, oppure scegliere i colori complementari. Quest’ultima in particolare è una scelta che permette di andare sempre sul sicuro.
Se, infine, la casa è neutra e si vuole che resti delicata ed elegante, si può optare per il bianco e nero, sempre di classe, oppure scegliere le stesse tinte dell’arredo, prendendo spunto dalla tappezzeria, dalle tende, dai divani o dai colori dei muri.

Hai dimenticato la password?