Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Le regole d’oro per la casa ben organizzata

Blogger
di Serena Patierno

Ho tante passioni, ma le più brucianti..

Trucchi da adottare ed errori da evitare perché tutto funzioni davvero
 
La migliore organizzazione della casa? È quasi un’arte in cui c’è molto da imparare. Le materie di studio sono la disposizione razionale di oggetti e utensili, la valutazione della frequenza del loro utilizzo, la capacità di inventare soluzioni di arredo che contengano tutto in modo ordinato e soprattutto nei posti giusti. Le regole di massima che aiutano a orientare esistono, e ve elenchiamo noi.
 
Dividere la casa per zone
La casa si può dividere in due zone fondamentali, e non sono la zona notte e giorno. Sono invece la sua parte nascosta e la parte raggiungibile. La parte nascosta è costituita da scaffali altissimi, per cui serve una grande scala, i sottoscala, le cantine, i garage, gli angoli nascosti delle dispense. La parte raggiungibile di casa è fatta da tutti gli scaffali e mobili a portata di mano, dai cassetti alle ante ad altezza uomo. La regola fondamentale da cui tutto il resto dipende è: riporre le cose di uso quotidiano nella parte attiva di casa, mentre tutto ciò che è usato una volta al mese o meno, deve finire nella parte passiva.
 
La facilità di ritrovare ciò che si cerca
Questa linea guida è importantissima poiché spesso si dimentica di avere qualcosa in casa e si commette l’errore di comprare doppioni. Nastro adesivo, chiave inglese, kit per il cucito, spezie: sono solo alcuni esempi di cose che si ripongono e poi si perdono. Il segreto è di usare contenitori trasparenti o molte etichette in cui specificare con pignoleria il contenuto delle scatole in questione. Doverne aprire 4 o 5 quando si cerca una lampadina di ricambio fa perdere solo tempo.
 
L’organizzazione per funzioni
Tutto quello che serve a compiere una certa operazione, deve essere collocato nello stesso scaffale. Se vi occupate di cucito non riponete gli scampoli di stoffa in una stanza e gli aghi e i gomitoli in un altra. Se avete tanti medicinali, non divideteli in diverse stanze. Se cucinate il sugo per la pasta ogni giorno, non riponete le bottiglie di passata nella dispensa a 15 metri dalla cucina, rinunciate piuttosto a quelle pentole ed elettrodomestici che tirate fuori una volta al mese. Ogni operazione di vita quotidiana deve essere completata in un solo luogo, o quanto meno in una sola stanza.
 
Gli oggetti che vanno e che vengono
In ogni casa esiste un’insospettata enorme mole di oggetti che vanno e vengono. Zainetti dei bimbi, libri da restituire, plichi di documenti cartacei da classificare, chiavi, occhiali da sole che si tolgono e mettono a seconda della giornata. Inutile cercare di riporli nei posti corretti quando serviranno il giorno dopo. Il loro luogo ideale è un ingresso ben organizzato, magari con una scaffalatura piena di scatoline in cui classificarli. Perché, sappiatelo, usare un solo svuota tasche è un’utopia. 

Hai dimenticato la password?