Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Non accumulare, impara a buttare!

Blogger
di Serena Patierno

Ho tante passioni, ma le più brucianti..

Imparare a liberarsi del superfluo non è facile, ecco i consigli giusti
 
Ognuno in casa ha almeno due o tre cassetti contenenti di tutto, da esemplari improponibili di vecchi cellulari a graffette rotte a bigliettini di auguri degli anni Novanta. Se non riuscite ad affrontare la decisione di buttare i tanti oggetti accumulati poiché credete che, prima o poi, possano essere ancora utili, ecco una pratica lista di quello che invece dovreste eliminare senza pietà alcuna.
 
1. Piccoli elettrodomestici non funzionanti
Avete ancora il vecchio frullatore che vi ha donato vostra madre ma di cui avete perso le lame? O lo spazzolino da denti elettrico che non si avvia più? Ebbene: sappiate che non lo farete riparare mai. Dunque buttatelo, fate spazio al nuovo.
 
2. Ombrelli rovinati
È vero che quando piove è meglio avere un ombrello rotto piuttosto che non averlo affatto ma gettare via quello scadente sarà un buon incentivo per ricomprarne uno di cui non dovrete vergognarvi.
 
3. Vecchi cellulari
Quasi tutte le case hanno almeno un cassetto con cellulari vecchi, cavetti, cavi caricabatterie e così via. Ma a cosa serve tenerli? Non li riutilizzerete mai, sono tecnologicamente obsoleti, al pari di dinosauri estinti. E i cavetti quasi mai si possono riadattare a nuovi apparecchi. Prendete una busta e portate tutto nei punti di raccolta del materiale elettronico.
 
4. Scatole di scarpe
Non tenete le scatole delle scarpe: sono molto ingombranti. Riponete le scarpe nelle scarpiere e gettate via il resto.
 
5. Vecchie garanzie
Le garanzie degli elettrodomestici e di altri apparecchi non sono eterne, hanno scadenze ben precise. Prendete il vostro plico di carta e gettate via tutto, salvando solo le garanzie ancora valide.
 
6. Videogiochi vecchi
Non usate più un videogioco da almeno due anni? È giunta l’ora di buttarlo, regalarlo o venderlo. Provate nei vari mercatini dell’usato del quartiere oppure online. Oppure buttate, senza rimpianti. Oggi i videogiochi si comprano online e si tengono in versione smaterializzata: un bel risparmio di spazio.

Hai dimenticato la password?