Non fai ancora
parte della community
Registrati >

Mix and match, il nuovo stile d'arredo

Blogger
di Serena Patierno

Ho tante passioni, ma le più brucianti..

Irrompe felicemente nelle nostre case per portare fantasia e allegria: è il mix and match, letteralmente “mescola e abbina”. Un uragano di novità che nascono sul momento, proprio dall’esperienza e dai tentativi e di cui, proprio per questo, è difficile stabilire delle regole precise.
 
Colori, forme e materiali
Via libera alla creatività: nessun limite può più fermarla. Qualsiasi pezzo d’arredo, potenzialmente, può partecipare a quello che sembra un gioco. Qualsiasi colore, qualsiasi materiale e qualsivoglia stile sono i benvenuti. Ma se non ci sono regole, da dove si inizia? Si deve trovare un filo conduttore intorno a cui tessere tutta la trama.
 
Da dove partire
Il filo conduttore può essere uno stile predominante da rivoluzionare grazie al mix and match, oppure una gamma di colori, o anche una particolare tipologia di materiale come il legno, da declinare nelle tante sue varianti.
 
Parola d’ordine: sperimentare
Quando hai in mente un abbinamento, l’unico modo per sapere se funziona è: provare. Buttando all’aria la noiosa coerenza, si riscopre che il vecchio mobile della nonna, anni Cinquanta, verde pisello, sta una meraviglia in un soggiorno con pezzi di antiquariato. Sembra inaccettabile, eppure è così. Ma perché gli abbinamenti non sembrino note stonate di una musica mal riuscita, bisogna accompagnarli e rafforzarli nell’ambiente circostante. La nota della credenza della nonna, quella verde pisello, può risuonare anche nello stesso colore ripetuto in un plaid in stile indiani d’America (perché no?).
 
Suggerimenti
Piccole dosi di mix and match aiutano a dare un tono diverso all’abitazione senza troppi stravolgimenti. Un esempio facile da emulare: togli le solite sedie dal tavolo da pranzo e sostituiscile con provenienze e stili diversi: la sedia di paglia assieme a quella di design, lo sgabello da bar al fianco della sedia in stile arte povera. Ma la mise en place è sicuramente il regno del mix and match senza spese: prova subito a mescolare i servizi che già hai e ad aggiungere, se il colore langue, qualche bicchiere coloratissimo.
 
Recupero… con stile
È il momento del recupero: il vecchio tappeto persiano ormai liso è perfetto per la zona pranzo una cucina in stile industriale; vecchi lampadari metallici migrano da un ufficio dismesso per approdare nel porto tranquillo di una zona giorno in stile provenzale; ceste e poltroncine di vimini sono accolte splendidamente anche in un contesto molto classico e rigoroso. Non si deve far altro che divertirsi a rivoluzionare gli schemi, e spesso basta questo per far funzionare abbinamenti precedentemente impensabili.

Hai dimenticato la password?