L'angolo studio che... Sparisce!

La scrivania c'è ma non si vede

Salvaspazio, comode, funzionali, intelligenti: sono le scrivanie che sembrano tutto fuorché un tavolo da lavoro, e proprio per questo si possono posizionare in ogni ambiente casalingo senza disturbare il resto dell’arredamento. Quando usarle? Quando si lavora da casa, o si ha bisogno di un angolo studio per i ragazzi e non si ha abbastanza spazio per adibire un intero ambiente casalingo alla stanza “studio”.
 
Lavorare dal… divano! - Per le più pigre: ecco la scrivania per lavorare comodamente sedute sul divano. All’apparenza è un normale tavolino da posizionare al centro della stanza, davanti al sofà, ma con un semplice meccanismo si solleva un piano di lavoro dove posizionare libri, quaderni, Pc. Foto e prezzi qui.
 
La classica salvaspazio – Un tavolino a console appoggiato al muro. Da usare in ingresso o in sala con appoggiati vasi, fotografie, oppure come svuota tasche, mobile poggia posta in arrivo. Estraibile però ecco comparire il piano di lavoro, e anche un mobile stretto e funzionale diventa uno scrittoio. Alcune foto e modelli qui.
 
Da una stanza… all’altra – Quante volte avevate necessità di un po’ di privacy per una telefonata con il computer davanti, oppure avevate voglia di uno spazio vostro lontano da divano, televisione, magari figli o fratelli? Ecco la soluzione per l’angolo studio: una scrivania sottile con le rotelline, che si ruota e si sposta rapidamente dove si vuole in giro per la casa. Un esempio qui.
 
Soluzioni estreme – Fino ad arrivare alla soluzione estrema: una scrivania che è anche un letto! Per chi ha davvero un locale minuscolo in cui far convivere lo spazio notte e quello giorno, ecco questo mobile che chiuso si appoggia alla parete e offre il piano di lavoro per lo studio, e che la sera si apre e magicamente si trasforma nel letto dove dormire… o al pomeriggio, nel giaciglio prediletto per un pisolino prima di ricominciare a studiare! Un esempio qui.