I tormentoni dell’estate 2021

I tormentoni 2021

Che estate è se il tormentone non c’è? Anche quest’anno stiamo pronti perché ci sono alcune hit che davvero ci “tormenteranno”… Qual è la vostra preferita? Noi abbiamo le “nostre” e non sappiamo scegliere a chi dare lo scettro della top dei top!

 

Partiamo, quasi d’obbligo, con gli Europei di calcio, e non possiamo non citare l'inno ufficiale di Martin Garrix insieme a Bono e The Edge in We are the people. La abbiamo già nelle orecchie dalle prime partite.

 

Che estate è senza un raggaeton? Il nostro colpo di fulmine è Un bacio all’improvviso di Rocco Hunt e Ana Mena.

 

Per innamorarsi, anzi per un colpo di fulmine da tentazione perfetta? C’è In un’ora di Shade che già fa da colonna sonora di Love Island Italia, canzone regina degli stati su TikTok.

 

Un trio che mette d’accordo tutte le generazioni è quello che canta un inno agli anni Sessanta come Mille: loro, insieme, sono Fedez, Orietta Berti e Achille Lauro. Nulla da aggiungere.

 

Ripassino in cinemascope? Ci pensano con Cinema Samuel e Francesca Michielin. A scomodare Mastroianni, Tinto Brass, Truffaut, e Tarantino. Li hai trovati tutti?

 

Questa non ci esce dalla testa. Li vediamo con i loro completi color marroncino in puro stile anni settanta: sono Bruno Mars, Anderson .Paak, Silk Sonic in Leave the Door Open.

 

E per chiudere i classiconi che ci portiamo dietro addirittura da Sanremo: ci sono i Maneskin con Zitti e Buoni, ritornati nella top dopo la vittoria all'Eurovision Song Contest. E poi c’è immancabile la Musica Leggerissima di Colapesce e Dimartino. Senza scadenza.