Aria buona... di primavera!

primavera

Esercizi di respirazione per liberare la mente e ossigenare il cervello: ecco qualche trucco semplice

 

Il respiro è un toccasana per la nostra salute, soprattutto se allenato e se oltre alla respirazione involontaria che ci permette di vivere, lo usiamo per migliorare ancor di più il nostro benessere.

Lo sanno bene gli sportivi e chi pratica yoga, ma qualche piccolo trucco può aiutare senza grande fatica tutti noi a rilassarci e calmarci e sentirci in sintonia con quel che ci circonda.

È facile! Ancor più se siamo in grado di farlo diventare un'abitudine.

 

Come fare? Primo consiglio: fare espirazioni più lunghe e controllate. Ovvero, espiriamo con un tempo che sia doppio rispetto alla inspirazione. Come prepararsi: sedersi comodi, occhi chiusi, relax intorno e dedichiamo a questa pratica diversi minuti al giorno. Risultato: si raggiunge col tempo uno stato profondo di rilassamento e di consapevolezza allontanando difficoltà e tensioni e stress della giornata.

 

Seconda tecnica, il respiro alternato. Perfetto per resettare le energie a inizio primavera, ancor più se scegliamo di farlo in un prato, all'aria aperta, a contatto con la natura, magari davanti al mare. La respirazione a narici alternate è una tecnica yoga molto conosciuta, serve per svuotare di energie ristagnanti e che ci calma e ci prepara anche a momenti di grande lavoro. Usatela prima di iniziare una giornata faticosa, quando sapete che dovrete concentrarvi a lungo.

 

Di certo il controllo del respiro e i corsi dedicati sono diventati un must negli ultimi anni: serve per i grandi manager, per gli sportivi, ma anche per chi ha bisogno di uno strumento per tenere a bada l'ansia o semplicemente... ama sentirsi bene.