Pelle in gravidanza: come prendersene cura

Pregnant

Durante la gravidanza l’utero si allarga giorno dopo giorno per consentire lo sviluppo del bambino, così la pelle intorno a quell’organo si espanderà. A seconda della genetica, ci sono aree della pancia che allungandosi possono portare alla comparsa di smagliature, legate alla capacità della cute di essere più o meno elastica, adattandosi a questo cambiamento.

 

Certo, per coloro che sono inclini alle smagliature sarà difficile evitarne l’insorgenza nonostante una cura appropriata, ma se la pelle è ben nutrita ci saranno maggiori possibilità di tenerle a bada. Il pancione è il grande protagonista di questo periodo ma non per questo bisognerebbe ignorare le altre aree del corpo: smagliature e pelle flaccida possono verificarsi anche su fianchi e schiena, quindi assicuratevi di trattare tutto il corpo con la stessa attenzione.

 

La nostra routine per la cura della pelle della pancia durante e dopo la gravidanza prevede innanzitutto l’esfoliazione: eliminare delicatamente la pelle morta e l’accumulo di batteri, non più di una volta alla settimana, permetterà ai prodotti che applicherete di giungere in profondità. Poi idratate la pelle ancora umida: partite dai piedi e salite verso l’alto con movimenti circolari, concentrandovi su fianchi e pancia. Usate una crema nutriente e idratante o un olio.

 

Un consiglio è mantenere la routine anche dopo la gravidanza. E’ facile, infatti, ricordare di trattare la pelle della pancia quando si possono vedere (e sentire) i cambiamenti, ma è un po' più difficile farlo dopo il parto. Tuttavia è importante: le smagliature, ricordiamolo, compaiono anche quando la pelle si restringe molto rapidamente.