Mani, lo specchio dell’età

mani

Sai che i segni del tempo si vedono anche sulle mani, tra rughe e macchie della pelle? A causa della pandemia abbiamo aumentato esponenzialmente l’uso di igienizzanti o di sapone e, di conseguenza, la pelle ha bisogno di aiuto. Provate a seguire i seguenti consigli.

 

No si lavano le mani con acqua calda

Non devi preoccuparti della temperatura dell'acqua: “Non importa molto - secondo Michael Joshua Hendrix della Washington University School of Medicine - qualsiasi acqua andrà bene, basta che sia pulita”. Dunque, preferite acqua fredda o tiepida. L'acqua calda toglie umidità alla pelle, rendendola secca. Inoltre non pensiate che un sapone valga l’altro: scegliete un detergente mani idratante e lenitivo alla lavanda, all’aloe o al  burro di karitè per mantenere la cute idratata. Poi ricorda di asciugare completamente le mani: i germi si diffondono più facilmente quando le mani sono bagnate.

 

Disinfettante delicato

Chi ha detto che un gel igienizzante, per essere efficace, deve essere aggressivo? I disinfettanti per le mani sono utili per mantenere una buona igiene quando non si può utilizzare acqua e sapone, ma il loro alto contenuto di alcol (ne devono contenere almeno il 60% per essere efficaci) risulta estremamente aggressivo per pelle e unghie. Tuttavia esistono ormai diverse opzioni in commercio: ideali i disinfettanti con estratti di calendula o camomilla. Anche in questo caso fate assorbire del tutto il prodotto, le mani devono risultare ben asciutte.

 

Riapplica la crema idratante.

Usare spesso prodotti per il lavaggio delle mani altera la fisiologica composizione dello strato più esterno della cute. Per combattere la pelle secca è consigliato idratare le mani con la stessa frequenza con cui le igienizzate. Sì, ogni volta che lavate le mani concludete applicando una crema idratante specifica.

 

Attenzione alle unghie

Tutto questo lavaggio può devastare le unghie, in particolare le cuticole, il sigillo protettivo naturale dell'unghia. Quando le cuticole diventano disidratate, si rompono, consentendo all'acqua e all'umidità di entrare nell'unità ungueale. Ciò può portare a infezioni batteriche, arrossamento e gonfiore. La cuticole non andrebbero mai tagliate ma piuttosto mantenute in salute spingendole indietro sotto la doccia, quando la pelle è morbida, e applicando una crema lenitiva durante tutto il giorno.