L’importanza del dopobarba

dopobarba

Una barba perfetta dipende anche dalla cura post rasatura.

 

Il dopobarba per molti rappresenta un rituale di inizio giornata e viene utilizzato esattamente per ciò che dice il nome: trattare la pelle dopo la rasatura. Quando ci si rade, spesso si lasciano dietro di sé piccoli tagli o abrasioni che potrebbero infiammarsi: la funzione antibatterica del dopobarba aiuta ad eliminare batteri e tossine. Inoltre applicare un prodotto ad hoc dopo la rasatura permette di tenere a bada eventuali pruriti o gonfiori, mantiene la pelle idratata e previene la formazione di peli incarniti, aiuta eventuali tagli a guarire più rapidamente.

 

Il tradizionale dopobarba è a base di alcool, ma oggi ne esistono di naturali, ad esempio con olio di jojoba o di cocco, che aiutano a lenire, proteggendo la cute. Altri ingredienti, come il tea tree oil e l'amamelide, vantano proprietà antisettiche che possono aiutare a ridurre l'acne grave e a liberare i pori infetti che causano la formazione di nuovi brufoli.

Come applicare il dopobarba? Seguite la vostra solita routine di rasatura, successivamente risciacquate l'area con acqua fredda fino a quando non sarà rimosso del tutto il prodotto usato per radervi (schiuma da barba, gel o altro). È il momento di asciugare il viso: e voi, come lo fate? Non serve strofinare la pelle con l’asciugamano, potrebbe irritarsi, basta tamponare delicatamente. Ed ecco finalmente il momento del dopobarba: mettete una piccola quantità di prodotto nel palmo della mano e applicate in modo uniforme su tutta la superficie rasata, collo compreso.

Il consiglio è quello di scegliere un dopobarba lenitivo con ingredienti a base vegetale per idratare, curare e lenire la pelle dopo una buona rasatura.