Irritazioni da rasoio, come prevenirle

irritazioni

La pelle del viso è delicata e spesso la rasatura dà luogo ad escoriazioni dolorose, antiestetiche e dure da guarire. Il momento della rasatura è uno spazio molto personale per ogni uomo e non possono esistere regole generali, tuttavia una buona skin care e un po’ di attenzione possono aiutare ad evitarle. Ecco cinque consigli per una rasatura senza irritazioni.

1. Preparare la pelle. Prima della rasatura dedicate del tempo a preparare il viso lavandolo con un detergente delicato. Così saranno ammorbiditi i peli della barba, che risulteranno più facili da tagliare. Inoltre, questo aiuterà a liberare i peli incarniti a favore di una rasatura più confortevole. L'uso di un detergente eliminerà anche lo sporco e la pelle morta, dando al rasoio una maggiore scorrevolezza. Utilizzare acqua tiepida, mai troppo calda.

 

2. Sua Maestà il collo! I ragazzi che soffrono di “ustione da rasoio” possono peggiorare la situazione sul collo, perché questa zona ha una delicatezza diversa dal viso. Rispetto alla guancia, la pelle del collo ha una superficie differente, meno lineare, con aree che sono a maggior rischio di essere danneggiate dalle lame. Per evitare un'eruzione cutanea da barba sul collo, applicare la preparazione per la rasatura con un movimento circolare.

 

3. Non lesinare sul gel da barba. Che siate tipi da gel o da schiuma, lubrificate lubrificate e lubrificate. Applicate abbondante prodotto per fornire uno strato protettivo e migliorare la scorrevolezza del rasoio. Inoltre il gel da barba mantiene la pelle e i peli idratati, rendendoli più facili da tagliare sul lungo periodo.

 

4. Non usare molta forza. Radersi con colpi leggeri è fondamentale. Lasciate che la lama faccia il suo lavoro senza insistere eccessivamente.

 

5. Sostituire la lametta. Molti sono soliti pulire il rasoio usato picchiettando sul bordo del lavandino, ma questo potrebbe danneggiare le lame aumentando il rischio di graffi e irritazioni. Meglio sostituire la lametta con maggiore frequenza.