Detto Fra noi by Unilever
Club del Passaparola
Non fai ancora
parte della community
Registrati >
Cif
Lysoform detersivo igienizzante
Svelto
Coccolino
Algida
Magnum
CarteDor
Cornetto Algida
Viennetta
Cucciolone
Calve
Lysoform
Knorr
Lipton
Te Ati
Axe
Badedas
Clear
Dove
Dove Man Care
Fissan
Glysolid
Sunsilk
Tony&Guy
Mentadent
Zendium
Neutrazero
Tigi

Quando mangiar male uccide

Attualità e Gossip

Mangiare male può uccidere. Suona brusco ma è così. Ed è anche vero che non mangiare bene porta allo stesso fatale risultato.
A dimostrarlo, dati alla mano, è uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Lancet realizzato a partire da una enorme quantità di dati, raccolti dal 1990 al 2017 in 195 Paesi del mondo, analizzandoli in base all'impatto che una dieta scorretta ha sull'aspettativa di vita.
 
Chiariamo subito che tra mangiare male e non mangiare bene ci sono delle differenze, anche se puà non sembrare. Mangiare male significa assumere nutrienti considerati nocivi, soprattutto sopra un certo dosaggio. Non mangiare bene significa non assumere nutrienti considerati salubri e che si dimostrano indispensabili a una vita sana. E purtroppo spesso le due cose vanno di pari passo: si ingurgitano sali, zuccheri e prodotti altamente elaborati e pieni di conservanti ed esaltatori di sapore e si trascurano colpevolmente frutta, verdura, cereali integrali e ci si dimentica troppo spesso di bere acqua.
 
Nello studio non ci sono nuove scoperte scientifiche, nuove indicazioni per una dieta corretta o stranezze di qualche genere: semplicemente si sono analizzati tantissimi dati ed è stata ribaltata la prospettiva di indagine: anziché consigliare dieta corretta si è andati a misurare l'incidenza di una dieta scorretta sull'aspettativa di vita. Il messaggio finale è più efficace, ancorché più cruento.
 
E i numeri sono impressionanti: nel 2017 undici milioni di persone hanno perso la vita a causa di patologie legate all'alimentazione. E molte di più hanno sviluppato patologie invalidanti per la stessa causa. Numeri che dimostrano quanto una dieta sbilanciata sia la principale causa di morte e il principale fattore di rischio. Peggio del fumo, dicono i ricercatori.
 
Chi sta peggio sono le repubbliche dell'Asia centrale, con l'Uzbekistan che conta quasi novecento morti ogni centomila abitanti. Chi sta meglio sono invece gli israeliani, dove le morti per cattiva alimentazione sono un decimo (89) rispetto all'Uzbekistan. Noi, prevedibilmente, siamo tra i Paesi virtuosi, da noi la percentuale di decessi è di 107 ogni centomila abitanti. Ma Spagna e Francia, dove le materie prime sono molto simili alle nostre, sono più sane (89,1 e 89,5 morti ogni centomila abitanti). Quindi possiamo fare meglio e non dimenticare mai che la dieta definita mediterranea è perfetta per la salute e facile da praticare in Italia.

Lascia un commento

0 Commenti
top
Rubriche

L'ORDINARIO E LO STRAORDINARIO IN 4 RUBRICHE
Buona lettura!

Oroscopo
Ariete Toro Gemelli Cancro
Leone Vergine Bilancia Scorpione
Sagittario Capricorno Acquario Pesci
iniziative speciali

SCOPRI QUANTO IL MONDO UNILEVER HA DI SPECIALE DA OFFRIRTI.

concorsi & promozioni

SCOPRI TUTTE LE PROMOZIONI Concorsi e Promozioni

Hai dimenticato la password?