make_up_tattoo

Il trucco in passerella
 
Pennello e rossetto sono roba ormai superata per le amanti del make-up: sulla passerella dell’ultima sfilata di alta moda targata Dior è spuntato il trucco tatuato, che decora l’intero volto.
 
Mascherine, piume, scritte sulla pelle e molto altro: il make-up artist Peter Philips per la sfilata di Dior Haute Couture PE 2018 che si è tenuta nelle scorse settimane a Parigi si è ispirato alla nuova tendenza del make-up tattoo, che riprende il trend dell’upside-down make-up, il trucco che decora anche la parte inferiore dell’occhio, oltre alla palpebra mobile, come di consueto.
 
Un po’ azzardato come look? Certamente sarà difficile da sfoggiare al bar per il caffè di metà mattinata, ma nasconde in sé un senso più ampio della sola estetica. È lo stesso Peter Philips a spiegarlo: “Volevo sottolineare l’umorismo e il gusto dello spaesamento surrealista con tatuaggi impressi sulle dita, sulle orecchie e sul collo che riportavano parole e massaggi che celebrano lo spirito creativo e libero dal surrealismo… Sono stato ispirato da alcune opere surrealiste impresse nella mia memoria così come da immagini cinematografiche molto forti. Ho realizzato una proiezione grafica delle ciglia amplificandole al massimo”. L’ispirazione gli è giunta dal surrealismo di Maria Grazia Chiuri, che lui ha saputo trasformare in un look di tendenza: “Il surrealismo è anche un movimento artistico molto importante per me. Questa rivoluzione estetica ha lasciato il segno, e ancora oggi risuona. Salvador Dali e Man Ray, così come il fotografo tedesco Grete Stern sono tutti riferimenti per me, e apprezzo particolarmente la loro visione provocatoria”.
 
 
Insomma, i protagonisti sono gli occhi: Philips ha creato un look di bellezza incentrato su delle ciglia importanti, che diventano il centro dell’intero trucco, disegnate sopra e sotto la rima cigliare. Per fare risaltare la linea dello sguardo ha optato per una passata di matita chiara all’interno della rima inferiore dell’occhio. La base? Una carnagione naturale e luminosa, trattata con primer, illuminante, blush. Su mani e braccia, invece, campeggiano le scritte in francese “"Liberté", "L'Art", "Contradiction" e "Nous Sommes Tous Surréalistes" (Siamo tutti surrealisti). GUARDA LA FOTO