Tieni alla larga lo stress di primavera

I trucchi naturali
 
Lo chiamano “mal di primavera” ed è quella sensazione di spossatezza e stanchezza cronica che accompagna molte persone durante l’inizio della stagione calda. Gli effetti? Irritabilità, minore dinamismo, disturbi del sonno, difficoltà della concentrazione. Fra le cause ci sono anche l’aumento delle ore di luce, che finisce per alterare gli equilibri sonno/sveglia,  e un fattore climatico, come sostiene uno studio di Kenneth Mukamal del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston negli Stati Uniti e pubblicato sulla rivista “Neurology”.
 
A soffrirne è l’86% degli italiani compresi fra i 18 e i 70 anni. I più soggetti al mal di primavera?
Le donne fra i 35 e i 54 anni.
 
Dunque, che fare per minimizzare i disturbi? 
 
Riposo diurno. Certo, è difficile riuscire a ritagliare uno spazio per riposarsi durante il giorno, tuttavia anche pochi minuti di relax possono risultare preziosi. Il silenzio, soprattutto, può fare la differenza per trovare la giusta energia con cui affrontare le ore pomeridiane. E ricordate, almeno in questo periodo dell’anno, di non sovraccaricare la seconda metà della giornata con troppi impegni.
 
Attività rilassanti. La prova costume chiama, tuttavia per qualche settimana non sarebbe una cattiva idea tralasciare hobby dinamici e adrenalinici per qualcosa di più tranquillo, come una passeggiata all’aria aperta. O, magari, munitevi di pastelli da disegno e di un libro da colorare per adulti, per distendere la mente...
 
La signora Colazione. Anche la dieta ci mette lo zampino, come spiega Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport: “L’ingresso dell’ora legale o i bruschi cambi di temperatura rappresentano uno shock per il nostro organismo, che deve adattarsi e trovare antidoti per affrontare questi momenti. Per recuperare è importante riposare e alimentarsi correttamente, prestando attenzione alla ripartizione dei pasti nel corso della giornata ed evitando periodi troppo lunghi di digiuno”. In particolare, il primo pasto della giornata è fondamentale e dovrebbe coprire il 20-25% del fabbisogno energetico dell’intera giornata.
 
Energia in pillole. La spossatezza proprio non vi dà scampo? Puntate su un aiuto naturale: ginseng, pappa reale o ginkgo biloba sono sostanze ideali per favorire la concentrazione e stimolare l’organismo affaticato.