Gli alberi da frutto? Li metto in balcone

Poca frutta ma buona: dovrebbe essere questo il senso di chi coltiva in balcone. Molti alberi, infatti, possono crescere in vaso. Del limone abbiamo parlato ma si possono annoverare anche il kiwi, il melo, il pero e molti altri fra i candidati alla vita d’appartamento. Per poter coltivare un albero in vaso, tuttavia, occorre rivolgersi al vivaista: solo lui può offrire le varietà nane che, solitamente, sono frutto di innesti. 
 
Il pero e il melo - Il pero e il melo sono adatti, ma bisogna fare attenzione alla capacità di fruttificare: non sono infatti fra le piante che si auto-impollinano, ci si deve quindi accertare che la pianta innestata sia stata resa auto-fertile. Anche il vaso va scelto con cura e deve avere una capienza di almeno 30 litri. Bisogna infine prestare attenzione alla potatura più adatta per fortificare la pianta. 
 
Il ciliegio - Se cerchi un alberello non solo per averne i frutti, ma anche decorativo, il ciliegio fa per te. Anche questa volta serve una varietà nana e un vaso di discrete dimensioni. Il ciliegio resiste al freddo ma teme l’umidità, per cui predilige i climi secchi. Il vaso, come per il pero e il melo, deve poter contenere le radici e quindi deve avere una capienza di non meno di 30 litri.
 
La vite - La vite da tavola è particolarmente adatta alla vita in vaso. Essendo rampicante, può trovare spazio anche sulla parete del balcone. Per sostenerla si possono usare pergolati e archetti di legno. Bisogna potarla periodicamente in modo da tenere la crescita sotto controllo ma i grappoli d’uva saranno molto soddisfacenti.
 
Melograno - Da non sottovalutare è il melograno, soprattutto per la sua bellezza. Se ti piace il suo frutto, sappi che è una pianta poco esigente e molto decorativa. Non ha bisogno di vasi enormi e occupa quindi uno spazio ridotto.